il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Compostaggio: finanziati tre siti

La regione Campania stanzia 11 milioni di euro per completamento di San Tammaro, Eboli e Giffoni Valle Piana. Romano: “Tratteranno 81.500 tonnellate annue di frazione umida”

Marilena Mascolo

Napoli – Saranno completati gli impianti di compostaggio di San Tammaro (in provincia di Caserta) e di Giffoni Valle Piana ed Eboli (in provincia di Salerno). La Regione ha stanziato gli 11 milioni necessari a tali interventi, sulla base delle indicazioni dell’Assessorato che aveva assegnato priorità strategica al completamento delle tre opere. Gli impianti potranno trattare, complessivamente, 81mila e 500 tonnellate annue di frazione umida da raccolta differenziata. In particolare, i fondi serviranno a dotare l’impianto di Eboli di alcune infrastrutture finali; a completare le strutture in cui collocare le biocelle già presenti a Giffoni Valle Piana e a riparare i danni derivanti dallo stoccaggio delle ecoballe e a completare San Tammaro. “I tre impianti – ha detto l’assessore all’Ambiente Giovanni Romanosono inseriti nel Piano regionale per la gestione dei rifiuti urbani e sono in avanzato stato di realizzazione, al fianco di quello di digestione anaerobica già in funzione a Salerno e capace di trattare 30mila tonnellate/anno e a quello, di dimensioni più piccole, di Teora. “In particolare, l’impianto di compostaggio di San Tammaro, situato nell’area antistante la discarica di Maruzzella3, è completo all’80%. Anche Eboli è a buon punto, mentre un discorso a parte va fatto per l’impianto di Giffoni che utilizza un tipo di processo di digestione aerobica a biocelle”, ha concluso l’assessore.


 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.