il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sindaci: pronti per una nuova occupazione

Infuocata riunione dei sindaci del Vallo di Diano contro il rischio soppressione del Tribunale di Sala Consilina

 

Michele D’Alessio

Come era stata concordata, nell’assemblea straordinaria di mercoledì 7 settembre, ieri , sabato 10 settembre alle ore 10,30, nella sala convegni del palazzo di giustizia salese,  si è tenuta una riunione tra i  maggiori rappresentanti  politici locali e nazionale e i rappresentanti del foro di Sala Consilina, per stabilire insieme quali azioni portare avanti in difesa del Tribunale di Sala. Presenti all’incontro, quasi tutti i Sindaci del Comprensorio Valdianese e zone limitrofe, che determinati più che mai,  come fecero a fine Marzo, con l’occupazione dell’ospedale di Polla con la protesta finalizzata ad ottenere maggiore attenzione da parte degli organi competenti nei confronti dell’ospedale di Polla che da anni sta subendo continue perdite di medici e servizi, sono decisi a scendere in campo in difesa del tribunale come afferma il primo cittadino di Sassano il dott. Tommaso Pellegrino “L’intento è quello di coinvolgere le associazioni e l’intera cittadinanza in azioni incisive che possano scongiurare la soppressione del Tribunale di Sala Consilina, una difesa da portare avanti non per ragioni di campanilismo ma per salvaguardare una vasta fetta di territorio” Ad aprire l’incontro il sindaco di  Sala, Gaetano Ferrari, il quale ha evidenziato le gravi conseguenze rispetto alla paventata soppressione del Tribunale quali il ridimensionamento di tutti i presidi: caserma dei carabinieri, il carcere, tenenza di finanza ed altri uffici esistenti sul territorio ecc.. Presenti alla riunione anche i consiglieri Regionali Donato Pica (PD) e Giovanni Fortunato (PDL) che hanno espresso unanime tutta la loro solidarietà e impegno per scongiurare la chiusura del palazzo di Giustizia. A chiudere l’incontro sono stati i parlamentari Alfonso Andria e Tino Iannuzzi (PD) che con grande abilità  e finezza di linguaggio politico ha dovuto giustificare, perché, anche il segretario nazionale del PD PierLuigi Bersani è favorevole alla chiusura dei Tribunali Minori. Nell’incontro non sono mancati gli attacchi e le polemiche come quelle del capogruppo di “Città futura”Angelo Paladino fatte ai microfoni del giornale on-line UNOTV WEB, che si scaglia contro gli amministratori del territorio,sostanzialmente definiti indifferenti alla questione “Lo scorso anno nel mese di luglio chiesi insieme ad altri consiglieri di opposizione di convocare il Consiglio Comunale di Sala Consilina per discutere della paventata soppressione del Tribunale e sollecitare ogni opportuno intervento per scongiurare tale evento. Nella conseguente seduta del 20.07.2010, pur condividendo le mie preoccupazioni, l’amministrazione tentò di sminuire l’allarme considerando l’avvenuta informatizzazione dei servizi come elemento determinante per la conservazione del presidio giudiziario. A distanza di un anno, purtroppo, questa previsione ottimistica è stata clamorosamente smentita con la totale mancanza di ogni iniziativa politica”. E’ vero molto spesso la politica è assente, ma non era questo il caso, fa bene l’ex assessore provinciale Paladino, ad ammonire i politici, se è il caso di farlo, pero dovrebbe ammonire, anche i suoi colleghi avvocati, visto che tra avvocati professionisti e praticantati, la corte di Giustizia di Sala Consilina,  ne conta oltre 600 legali iscritti, e che alle riunioni o incontri di protesta (o difesa del Tribunale)  partecipano si e no il 10% degli avvocati,  tra l’altro sempre gli stessi. Come al solito, le lotte e le guerre è meglio che le fanno gli altri, poi i frutti li raccogliamo noi. Speriamo solo che non si portino via l’albero da “frutto” (il Tribunale) con tutte le sue radici.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.