il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Copagri: come reagire al maltempo

Come muoversi dopo il maltempo che ha allagato vaste zone tra San Gregorio Magno, Buccino, Colliano e tutte quelle della Piana del Sele.

Da Antonio Roma

San Gregorio Magno – Il maltempo dell’altro giorno ha messo a dura prova le culture della Provincia di Salerno. La Copagri Salerno, in queste ore, è impegnata nella stima dei danni alle agricolture, con le zone di San Gregorio Magno, Colliano e Buccino che registrano le preoccupazioni maggiori oltre a tutte quelle della Piana del Sele. Le strutture Agricole e Zootecniche della zona in questione appaiono seriamente danneggiate, con la vendemmia che è a forte rischio. I danni maggiori sono proprio a carico delle colture di Viti che erano in fase di raccolto. A risentirne, sono state anche le piantagioni d’Ulivo. «Siamo costantemente a colloquio con i nostri associati. –afferma il presidente Provinciale della Copagri, Donato Scaglione– La pioggia di venerdì scorso oltre ad arrecare danni a strutture, con l’evacuazione d’alcuni nuclei familiari, rischia di mettere a dura prova i raccolti. In alcune zone, sono andate perdute le culture di Viti, con il raccolto che è irrimediabilmente perso. Il danno, al momento, non è ancora quantificabile per intero, con molte famiglie che rischiano di perdere davvero tutto. La Copagri Salerno, in ogni modo, è a disposizione dei propri associati, ma anche per tutti quelli che ne avessero bisogno, per tutte le necessità burocratiche da espletare per i danni subiti».

La Copagri Salerno invita i propri associati a rivolgersi agli uffici in Via Wenner 50, per le necessarie informazioni.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.