il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Btp Day 2: lunedì 12 Dicembre

Filippoo Ispirato

Si è conclusa lunedì 28 Novembre la prima giornata dedicata ai titoli di stato italiani (il Btp Day) promossa dall’Abi – l’associazione banche italiane – con l’intento di promuovere e favorire l’acquisto da parte degli italiani di Btp, buoni del tesoro poliennali, Btpi, Buoni del tesoro poliennali legati all’inflazione, Bot, buoni del tesoro annuali, Cct, certificati di credito del tesoro, e Ctz, certificati di credito zero coupon.

Il primo Btp Day ha avuto un grande ritorno in termini di adesione da parte degli italiani che hanno voluto esprimere la loro fiducia verso l’Italia e la volontà di sostenerla finanziando il suo debito attraverso l’acquisto di titoli obbligazionari dello Stato. Nella sola giornata del 28/11 gli scambi di Btp sui mercati finanziari sono stati pari a 2,7 miliardi di Euro, con rendimenti netti che hanno superato il 5% anche su scadenze anche brevi, ossia non oltre i 24 mesi. Un’ottima scelta di investimento per chiunque voglia un investimento con cedole elevate, durate non eccessivamente lunghe e rischio relativamente basso.

Lunedì si replica: il 12 Dicembre sarà la volta del secondo Btp Day, o meglio del Bot Day. Nella giornata di domani i risparmiatori italiani, che si rivolgeranno agli istituti di credito aderenti alla giornata a favore del risparmio, potranno acquistare i Buoni ordinari del Tesoro a 12 mesi in asta senza pagare oneri o commissioni di acquisto, che solitamente si aggirano attorno allo 0,30% delle somme investite. Acquistare in asta significa prenotare l’acquisto del titolo prima della sua emissione.

Ci sono però un paio di differenze molto importanti da tenere in considerazione per la giornata di domani:

-          Il secondo Btp Day riguarderà esclusivamente i bot in asta a 12 mesi, ossia i Buoni Ordinari del Tesoro con scadenza al 15 Dicembre 2012. Rispetto alla prima giornata gli acquisti esenti dalle commissioni saranno esclusivamente questi e non tutti i titoli di stato italiani come per la giornata del 28 Novembre (motivo per cui è stato rinominato Bot Day)

-          Sarà possibile aderire all’offerta dei Bot in asta esclusivamente nella prima mattinata, ovvero dalle 8 e 20 alle 9 e 30, un intervallo compresso tra l’apertura degli sportelli bancari e la chiusura dell’asta annuale.

 

Chiunque volesse avere maggiori informazioni potrà rivolgersi al proprio istituto di credito o consultare il sito internet dell’Abi e verificare quali banche hanno deciso di aderire al Btp Day.

Soprattutto per chi ha un profilo di rischio prudente o conservativo la migliore allocazione dei propri risparmi può consistere proprio in un mix di titoli di stato, in particolare Bot e Btp con cedole e scadenze non superiori ai due/tre anni, e depositi a risparmio emessi dalle banche che, avendo anch’essi delle scadenze non superiori ai 24 mesi ed essendo coperti da fondo di garanzia interbancario, assicurano una buona remunerazione del proprio portafoglio e riescono a battere il tasso di inflazione corrente che si aggira attualmente tra il 3% e il 3,5%.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.