il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Senegalesi: la Cgil si schiera

Da uff.stampa CGIL

SALERNO – Dopo l’incomprensibile uccisione avvenuta nei giorni scorsi a Firenze di due senegalesi vittime dell’odio razzista, la Cgil Salerno sceglie di manifestare la propria solidarietà alla comunità del Senegal  partecipando al corteo che si svolgerà domani, 17 dicembre. “Saremo con loro – sottolinea Anselmo Botte, responsabile del Dipartimento Immigrazione della Cgil -  per ricordare Mor Diop e Samb Modou, uccisi da una mano armata dall’odio xenofobo. Occorre dare una risposta che esprima  l’indignazione per quanto accaduto, ma è compito di tutti noi anche cercare di capire quali soluzioni adottare perché ciò non si ripeta. Ecco perché dobbiamo individuare le cause che hanno determinato questo clima avvelenato dal razzismo e promuovere il rispetto della dignità della persona”. “Invitiamo tutta la società civile a partecipare, senza bandiere e simboli di partito, al corteo che partirà alle ore 10.00 da Piazza Ferrovia, percorrerà C.so Vittorio Emanuele e si concluderà nei pressi della Prefettura – aggiunge Francesco Petraglia, segretario generale Cgil Salerno – La convivenza e la solidarietà devono essere al centro del nostro agire quotidiano per combattere l’inciviltà e l’intolleranza. E’ necessario riflettere su molte cose, a cominciare dagli atti istituzionali che, sia a livello nazionale (legge Bossi-Fini) che locale, hanno creato, in nome dell’ordine e della sicurezza, discriminazioni e ingiustizie”.  “Chiediamo con forza di perseguire le organizzazioni che alimentano l’intolleranza – conclude Ndiaye Alioune, rappresentante della Comunità Senegalese -  e una accelerazione nel riconoscimento dei diritti di cittadinanza per i migranti, a partire dalla partecipazione al voto amministrativo”.

 

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.