il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Alleanza per Salerno: smentita la consigliera Memoli

Da uff.stampa ApS

SALERNO – Le dichiarazioni rese alla stampa e nel suo intervento in consiglio comunale da parte del consigliere Memoli, eletta nell’assemblea municipale per la lista Alleanza per Salerno non esprimono in alcun modo le posizioni politiche della lista stessa, e associazione. Sono pertanto da intendersi come estrinsecazione del libero pensiero del consigliere Memoli, non essendo frutto di una discussione né tanto meno di una condivisione all’interno di Alleanza per Salerno, la quale è al contrario impegnata in un lavoro di rafforzamento della coesione delle forze che rappresentano il centrodestra a Salerno. Nel merito della discussione che ha accompagnato la presentazione in consiglio del bilancio comunale, Aps esprime netta contrarietà ai contenuti della manovra economica e alle linee politiche che guidano l’iniziativa dell’amministrazione De Luca, troppo incentrate sulla politica dell’effimero e per niente orientate all’incentivazione dello sviluppo economico vero e della crescita di un tessuto di impresa. In  una congiuntura economica come quella che sta attraversando l’Italia, l’amministrazione comunale, in  totale distonia con la politica economica nazionale e con il senso comune, continua ad alimentare sprechi per feste e festini dimenticando di studiare un benché minimo incentivo all’iniziativa dei imprenditori privati e tartassando i ceti più poveri con tasse, tariffe e gabelle non adeguate al tenore di vita di una città che gli indicatori economici danno tra i più bassi d’Italia. Mancano inoltre indicazioni e monetizzazioni che diano certezze sulla conclusione degli eterni lavori per la realizzazione di infrastrutture fondamentali per la città. Tutto rimane nel vago trionfalismo delle dichiarazioni di un  sindaco che usa frasi roboanti, ma non indica date certe e impegni precisi. Non c’è bisogno che la signora Memoli ci insegni che l’opposizione si faccia con proposte concrete (quelle che abbiamo sentito fare da lei in interviste televisive ci sembrano tutto fuorché concrete). Tuttavia sappiamo anche che il giudizio tracciato in campagna elettorale sulla politica di De Luca e sul quale anche la Memoli ha preso un impegno con gli elettori non può improvvisamente diventare accondiscendente nei confronti dell’amministrazione comunale di sinistra su questioni di radicale importanza come le scelte di bilancio. Se così è, invitiamo la Memoli a fare scelte più chiare nel rispetto di chi l’ha votata, immaginando di mandare in consiglio una persona che facesse opposizione vera alla sinistra e alle sue politiche di spreco. Qualora avesse maturato convinzioni diverse, cosa che può accadere nel gioco della democrazia, sarebbe opportuno che ne traesse le conseguenze.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.