il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Benzina: tassassassina

 

 

 

Da Alfonso Senatore (pres. Città Unita)

CAVA de’ TIRRENI – Ecco tutto quello che non dicono sulla benzina i ladroni politici di regime.

 L’accisa – (difatti la benzina questo sta facendo a tutti gli italiani, tranne ai politici della casta che non la pagano – ci sta “uccidendo” specie le fasce più deboli, più povere: quelle dei lavoratori che non possono fare a meno della macchina.

 Nel territorio, sull’acquisto dei carburanti gravano un insieme di accise, istituite nel corso degli anni allo scopo di finanziare diverse emergenze.

Alcune di esse, però, risultano –talmente anacronistiche e non piu’ esistenti,- (la meno recente prevede tuttora il finanziamento della guerra di Etiopia del 1935), da suscitare non poche risate e sospetti al riguardo.

L’elenco completo comprende i seguenti aumenti dell’accisa:

 

Inoltre, dal 1999, le Regioni hanno la facoltà di imporre accise regionali sui carburanti cosa che fanno puntualmente.

A ciò si somma l’imposta di fabbricazione sui carburanti, per un totale finale di 70,42 centesimi di euro per la benzina e 59.32 per il gasolio.

Su queste accise viene applicata anche l’IVA al 21%, che grava per circa 15 centesimi di euro nel primo caso e 12 nel secondo.

Più precisamente vi è un 55% di tasse sulla benzina verde, un 48% sul diesel, un 32% sul GPL, e un 48% sul gasoli da riscaldamento. La benzina, come si vede, è la più gravata.

CHE FINE FANNO QUESTI SOLDI

A tutto ciò si aggiunga la tassa per pagare gli stipendi, le prebende, indennità, rimborsi, privilegi €.30.000,00 (trentamila/00), più al mese, finanziamenti leciti e illeciti sprechi per festini, feste e orgie della Casta dei politici, intollerabili, incomprensibili e ingiustificati.

Tassa ssassina per una Banda di Politici Scansafatiche e Mangiapane a Tradimento che hanno venduto il futuro di tre generazioni ingrassandosi  come porci: Gasparri, Fini, Bersani, Bossi, Vendola, Di Pietro, Casini e tutti gli altri, mandiamoli a casa e per sempre che vadano a “zappare” la terra.

Cava de’ Tirreni,li 20/09/2012

avv. Alfonso Senatore

Presidente dell’ Associazione “CITTA’ UNITA”

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.