il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Consulenti Lavoro: La riforma Fornero

Marilena Mascolo

SALERNO – E’ stato un bagno di folla, come sempre accade quando c’è di mezzo il presidente Alberico Capaldo. C’è stata una folla specializzata, composta prevalentemente da consulenti del lavoro chiamati a raccolta per discutere e confrontarsi su uno degli argomenti di maggiore spessore: “La riforma Fornero”, che in pratica sarebbe la nuova, ennesima, riforma del lavoro. Una riforma contrastata e combattuta, una riforma che non riesce ad allontanarsi dai principi conduttori della Legge n.300 del 1970, meglio nota come il famoso Statuto dei Lavoratori. Venerdì mattina, 26 ottobre 2012, il salone del Mediterranea Hotel era stracolmo di consulenti del lavoro, tutti iscritti all’Ordine dei Consulenti del Lavoro della provincia di Salerno, presieduto da Alberico Capaldo che ha salutato con un certo velo di commozione tutti i suoi iscritti ed anche i relatori. La formazione continua obbligatoria è uno dei punti fondamentali del messaggio che la presidenza Capaldo (ottimamente coadiuvato da Giovanni Borgia e da Giuseppe Lo Iacono (consiglieri dell’ordine) che si è ripresentata al “mondo del lavoro” con un nuovo e importante convegno conoscitivo e formativo.   La giornata è stata aperta (come dicevo) dai saluti del presidente Alberico Capaldo e dagli interventi di Gabriella Zaccaria (dirigente INPS) e di Donata Ida Volino (dirigente Inail). La relazione dell’ing. Rossano Festa (direttore della direzione territoriale del Lavoro) è stata incentrata sulle “finalità della riforma e principali aree di intervento”; ma il capo dell’ispettorato del lavoro si è anche e giustamente soffermato sulle sfumature politiche del problema del lavoro, sfumature espresse da un uomo (prima ancora che funzionario dello Stato) che con la problematica assai complessa del mondo del lavoro convive da molti anni. Poi l’esperto in formazione aziendale, dott. Daniele Camicia, ha parlato della “formazione obbligatoria” cui tutti i consulenti del lavoro devono sottoporsi per rimanere a galla in un mercato che diventa sempre più difficile ed insidioso. Il dott. Camicia ha parlato anche in qualità di responsabile della Dea Form (l’ente di formazione professionale che ha supportato e sponsorizzato la giornata di lavoro). La dott.ssa Carmela Tancredi (esperta di diritto del lavoro) ha illustrato le “nuove procedure di risoluzione del rapporto di lavoro”; con tutte le novità per l’uscita dei lavoratori che appare più semplice dell’entrata.  Infine il dott. Alfonso Gargano (commercialista) ha parlato delle norme sul cosiddetto “antiriciclaggio”. L’intervento di Gargano è stato molto seguito e più volte applaudito. L’importante convention è stata presentata dal direttore de “ilquotidianodisalerno.it”, Aldo Bianchini. Il convegno ha garantito a tutti i consulenti del lavoro regolarmente iscritti e presenti ben 5 punti formativi. La giornata si è conclusa a tavola, nell’ottimo ristorante “A’ paranza” di Fuorni, dove le discussioni e i confronti sugli argomenti trattati nel corso della mattinata non sono di certo mancati. Il saluto finale, come sempre, è toccato al presidente Capaldo che con un serafico “alla prossima” ha saluto ospiti ed amici.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.