il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Seminari in materia ambientale

Filippo Ispirato

Lunedì 29 Ottobre ha preso il via a Salerno, presso la sede locale di Confindustria, un ciclo di seminari di approfondimento sulla normativa in materia ambientale.

La legge su questa tematica è molto importante e vanno adottati dei comportamenti corretti e aderenti alla legge vigente, che consentano alle aziende di gestire le varie fasi del processo produttivo e di smaltire in maniera ecocompatibile i loro prodotti di scarto. Scopo dell’iniziativa, promossa da Confindustria Salerno e finanziata dalla CCIIAA Salerno e attuata da Assoindustria Service srl,  è  proprio quello di garantire e fornire alle imprese della provincia le conoscenze necessarie per operare consapevolmente dell’ambito della normativa di riferimento.

Nel primo seminario, svoltosi lunedì scorso, si è parlato di emissioni in atmosfera, e ha avuto come relatori l’Ing. Giovanni Galliano, dello Stap (settore tecnico amministrativo provinciale) Ecologia della Regione Campania ed il Dr. Massimo Settis, esperto in materia di emissioni e gas inquinanti, l’impatto che questi ultimi hanno sull’ambiente di riferimento con la normativa italiana ed europea a riguardo e ai limiti fissati per legge.

In altri due seminari, che si terranno rispettivamente il 28 ed il 29 Novembre, si parlerà di una vasta gamma di tematiche in campo ambientale che vanno dal trattamento dei sottoprodotti fino alla gestione dei rifiuti industriali.

I rifiuti industriali nella nostra regione, ed in particolare in alcune provincie, sono gestiti ancora in maniera molto approssimativa e spesso smaltiti senza alcuna precauzione, inquinando i terreni circostanti che molte volte sono a vocazione agricola, compromettendoli in maniera molto grave.

Gli aggiornamenti in materia ambientale e scientifica saranno affidati al Dr. Paolo Pipere, esperto in materia rifiuti, che si occuperà tra gli altri di sottoprodotti di lavorazione, ciclo di smaltimento rifiuti, terre e rocce da scavo, bonifiche di siti contaminati, recupero di rottami ferrosi, nuovi criteri per l’individuazione di rifiuti pericolosi, pneumatici ed olii esausti e dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Nelle due giornate a Novembre particolare attenzione sarà data a due temi, il primo sulla classificazione, attribuzione del Cer e sulla responsabilità sulla gestione dei rifiuti ed il secondo sulla nuova tassazione in materia ambientale, analizzando in particolare le logiche della Tarsu (la tassa sui rifiuti solidi urbani), la Tia (la tariffa sull’igiene ambientale) e la Res (il tributo comunale sui rifiuti ed i servizi).

Con questi seminari si vuole fare una panoramica ed un excursus su una materia molto importante, quella ambientale, che, in particolare in Europa e nell’Unione Europea, è molto sentita e se correttamente applicata permette di preservare l’ambiente circostante.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.