il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Costo del Lavoro: firmato accordo Confindustria/Sindacati

Filippo Ispirato

SALERNO – Ieri 9 Maggio Mauro Maccauro Presidente di Confindustria Salerno, Franco  Petraglia, Segretario Generale CGIL Salerno, Matteo Buono, Segretario Generale  CISL Salerno, Gerardo Pirone, Segretario Generale UIL Salerno, e Franco Bisogno, Segretario Generale UGL Salerno, hanno sottoscritto un’importante intesa, che servirà a facilitare l’applicazione delle norme sulla detassazione del costo del lavoro previsti dalla normativa vigente. L’accordo consente alle imprese associate a Confindustria Salerno di poter applicare, per l’anno in corso, le agevolazioni fiscali a beneficio dei lavoratori dipendenti, che potranno quindi beneficiare di una minore tassazione in busta paga e avere un reddito disponibile più alto con una conseguente maggiore capacità d’acquisto e di spesa. Si tratta senza dubbio di un passo importante a sostegno di migliaia di  lavoratori che sempre più negli ultimi anni hanno visto aumentare il prelievo fiscale per consentire il pareggio dei conti pubblici e la riduzione del debito del nostro paese, come richiestoci dall’Unione Europea. Queste manovre di spending review hanno comportato un forte calo dei consumi; cominciare dalla detassazione del lavoro dipendente affiancata dalla ricerca di maggiore efficienza del sistema produttivo potrebbe rappresentare una prima soluzione per arginare il forte momento di crisi che ha caratterizzato l’economia europea ed italiana in questi ultimi anni. Confindustria Salerno, CGIL, CISL, UIL e UGL hanno attuato il protocollo definito a livello nazionale, fornendo ad aziende e lavoratori uno strumento operativo che permetterà non solo un miglioramento delle condizioni retributive per i lavoratori ma anche di mantenere invariati i costi aziendali. Quest’aspetto, infatti, è un elemento da non sottovalutare, in quanto il nostro sistema imprenditoriale è già tra i maggiormente tassati a livello europeo, e la semplice traslazione dei costi delle imposte dai lavoratori alla classe imprenditoriale sarebbe stata una soluzione poco praticabile. “Grazie a questo accordo – ha affermato il Presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro – si intende incentivare la produttività aziendale e ridurre il peso delle imposte sulle retribuzioni. Ciò consente un recupero del potere d’acquisto dei lavoratori dipendenti, eroso dagli effetti della crisi economica e facilita la definizione e il raggiungimento di obiettivi condivisi fra impresa e lavoratori nella logica del recupero della competitività che è l’unica strada per il nostro riposizionamento sui mercati.” Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Salerno hanno espresso una valutazione pienamente positiva del testo sottoscritto. Per le Organizzazioni sindacali: “La firma dell’accordo assume, a Salerno, un significato particolare in quanto si inserisce nel quadro delle iniziative che Confindustria e le Organizzazioni Sindacali intendono a breve assumere per favorire il mantenimento dei livelli occupazionali e per contribuire a creare le condizioni per nuove opportunità di lavoro.”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.