il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Liberiamoci

Renato Messina

Molti giornali ed opinionisti in questi giorni si sono cimentati nel prendere posizione sulla questione “Ruby” e, in particolare, sulla richiesta del PM Boccassini nei confronti di Silvio Berlusconi. Poiché la questione dei processi dell’ex Presidente del  Consiglio ci accompagna da vent’anni tutti noi conosciamo benissimo le implicazioni di una sua eventuale condanna ed i riflessi probabili sull’attuale governo. Oggi però piuttosto che prendere posizione sul merito di questo argomento, voglio invitare tutti ad una riflessione sul legame tra questa storia privata e la vita pubblica italiana.  È a mio avviso arrivato il punto di rottura tra la vicenda berlusconiana e la vita politica italiana perché siamo giunti al punto di non ritorno. Ormai, qualunque sia l’esito di questo o di qualunque altro processo, gli italiani si stanno sempre più disaffezionando alle sue peripezie private. Berlusconi e il PDL hanno battuto per troppo tempo sulla questione della giustizia politicizzata che, a prescindere dal veridicità del tema, non riescono più a scaldare l’elettorato. Le urgenze cogenti, infatti,  sono altre rispetto ai problemi giudiziari del Cavaliere ed un eventuale caduta dell’attuale governo, come rappresaglia per una condanna, sarebbe difficilmente camuffabile agli occhi dell’opinione pubblica e rischierebbe di far perdere il vantaggio che ora il PDL sembra acquisire sul PD. Il tempo che il leader del PDL ha perso nel non affrontare di petto le accuse a lui rivolte gli si sta rivoltando contro e gli sarà sempre più difficile mobilitare persone per la sua causa. Ciò che l’Italia deve fare è affrancarsi dalla vicenda berlusconiana, liberarsi di questo fardello che non ha alcuna rilevanza rispetto ai problemi che si stanno sommando sulle spalle degli italiani. Berlusconi aveva promesso una rivoluzione liberale e ,se l’avesse fatta, gli italiani avrebbero potuto perdonare tutto; ora il tempo però sta scadendo ed il credito di fiducia pure, che ne dite di cominciare a pensare alle cose serie? 

renatomessina87@gmail.com

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.