il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Ordigni bellici: rinvenuti a Baronissi

Da Giuseppe Napoli

BARONISSI – I proiettili da cannone affiorano dall’alveo del fiume Irno: sono lontani dal centro abitato. Due ordigni bellici della seconda guerra mondiale sono stati rinvenuto nella giornata di sabato 28 lungo le sponde dell’alveo del fiume Irno, in località Staccaruli della frazione Sava. Si tratta di due proiettili d’artiglieria, entrambi ben conservati ed armati, in uso ai cannoni tedeschi da 88 m/m. L’area, transennata e presidiata dalla polizia municipale e dal nucleo comunale di protezione civile, è lontana dal centro abitato della frazione Sava. Gli ordigni saranno a breve presi in carico dagli artificieri del 21mo Reggimento Brigata Garibaldi di Caserta per la detonazione in zona sicura. A scoprire i proiettili da cannone è stato un falconiere in transito lungo l’alveo, durante le fasi di addestramento del rapace. La posizione in cui si trova l’ordigno è lontana dal centro abitato e, a seguito di sopralluogo, non è stato reso necessario, disporre alcuna operazione di evacuazione. Sul posto sono giunti gli uomini della polizia municipale, coordinata da Giovanni Napoli, i carabinieri della Stazione di Baronissi ed il nucleo di Protezione Civile coordinato dal vice sindaco Anna Petta.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.