il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il Tour de France si tinge di uno splendido azzurro siculo

 

BARBARA FILIPPONE

Un siciliano che vince il Tour de France…un’emozione che ti fa tornare indietro ai successi del grande Pantani, Nibali uno sportivo che ha costruito il suo successo al Tour de France tappa dopo tappa, per le quali ha usato lo stesso impegno sia in salita che in discesa. Probabilmente il suo momento topico è stata la tappa di Arenberg (5/a tappa), in cui si è lasciato dietro il campione uscente Chris Froome, ritirato dopo due cadute, e che ha visto ridurre le aspirazioni di Alberto Contador, anche lui costretto al ritiro alla decima tappa.

Una Messina in festa che ha seguito il suo campione, emozionato e fiero di essere paragonato ai grandi del ciclismo che lo hanno preceduto, Bottecchia (2), Bartali (2), Coppi (2), Nencini (1), Gimondi (1) e Pantani (1). Il tour de France rappresenta uno dei più grandi eventi sportivi mondiali e dopo 16 anni vince ancora una volta un italiano, e nel particolare dello Stretto, infatti il suo nomignolo è proprio “lo squalo dello Stretto”. Scrivere di lui oggi è un piacere, perché ha dimostrato nonostante le accuse di doping da parte del giornale Le Monde, di avere una signorilità unica, ha ringraziato infatti i francesi nonostante tutto.

La straordinarietà di un campione che ha fatto sentire l’Italia, unita al suo cospetto, un Italia che dopo la delusione calcistica ai mondiali, aveva bisogno di un riscatto sportivo; e il riscatto giunge dal profondo Sud, da un ragazzo di quasi 30 anni che non dimentica di ringraziare la sua famiglia che lo ha sempre sostenuto. Un ragazzo che è venuto alla ribalta con non pochi meriti, 4 successi di tappa e circa 8 minuti di anticipo sul secondo e sul terzo… orgoglio italiano, siculo soprattutto, a cui diciamo il nostro Grazie.

“Il trionfo di Vincenzo Nibali al Tour de France è un momento di orgoglio per tutti i siciliani. Un trionfo che ci ha emozionato e che sin dalla prima tappa ci ha unito nel sostegno al nostro campione messinese”. Lo ha detto il presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando, che ha anche annunciato che presto “Anci Sicilia organizzerà un incontro con Nibali  per festeggiare la sua storica vittoria”.

Queste emozioni ci regalano delle speranze, la speranza soprattutto di riuscire ad uscire fuori da quel pantano in cui spesso la Sicilia, sembra non poter venir fuori.

Grazie Vincenzo Nibali.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.