il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Provincia: “Canfora e il PD hanno iniziato dalla lottizzazione del potere”

La redazione

SALERNO – Il Coordinatore Regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale e già Presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, replica alle dichiarazioni di Canfora e del Partito Democratico che incredibilmente parlano di gestione clientelare del centrodestra.

In una nota stampa, Iannone, ha dichiarato: “Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un diluvio di dichiarazioni contro la gestione dell’Ente Provincia degli ultimi 64 mesi. Si tratta di argomentazioni non sostenute da alcuna veridicità dei fatti. La nostra gestione si è contraddistinta, dal primo all’ultimo giorno, per una coerente azione di riduzione della spesa, del risanamento economico dell’Ente disastrato dalla precedente gestione di centrosinistra e finalizzata a fronteggiare la sfida dei servizi ai Cittadini gravemente compromessi dai tagli criminali praticati dal leader di Canfora, Matteo Renzi.

Questo abbiamo fatto con sacrificio umano e politico di tutti gli Amministratori appartenenti alla maggioranza che ancora una volta voglio e debbo ringraziare.

E’ evidente, già da questi primi giorni, che il neo Presidente ed il PD sono impegnati unicamente in una caccia alle streghe e in un’azione di ritorsione politica che va dai dipendenti fino ai Presidenti delle partecipate, come dimostra la incredibile vicenda dell’ASI.

Canfora e il PD sono partiti lancia in resta per lottizzare il potere e restaurare quell’ ancien regime che avevamo smantellato.

A chi parla di clientele e nomine della nostra gestione e’utile ricordare cos’era la Provincia prima del nostro avvento: scandali e vicende giudiziarie si sono sprecati e attendiamo fiduciosi gli esiti del lavoro della magistratura contabile, penale e civile.

Mi auguro che Palazzo Sant’Agostino non sia diretto da altri Palazzi e che non conosca, come già sta avvenendo, un nuovo protagonismo di coloro che hanno sfasciato la Provincia ed infangato il suo prestigio istituzionale.

A chi polemizza con il passato diciamo che noi abbiamo fatto il nostro dovere nel rispetto della Legge e di una cristallina morale politica, oggi spetta a loro l’onore e l’onere di affrontare i problemi del Territorio nella vana speranza che siano all’altezza dei proclami demagogici che hanno sortito in questi anni.

Invito i Consiglieri Provinciali di opposizione ad essere attenti e vigili sull’operato della nuova amministrazione perché mi sembra chiara la volontà di mistificare il passato recente al fine di coprire la propria pochezza politica e la scarsa volontà di dedicarsi ad una azione concreta.

Diamo tempo al tempo ma se il buongiorno si vede dal mattino è presumibile il ritorno alle peggiori logiche politiche.”  

 

2 Commenti

  1. Egregio Dott. Iannone,
    mi permetto di commentare il Suo intervento premettendo che non non ho una particolare simpatia per il nuovo Presidente della Provincia o per il Sindaco di Salerno De Luca anzi, ed invero, ritengo particolarmente simpatico ed onesto l’on.le Edmondo Cirielli pur non avendolo mai votato….. Detto questo trovo particolarmente inopportuna la Sua difesa a spada tratta dei 64 mesi (un’eternità) di gestione della Provincia e trovo particolarmente sgradevole che Lei, oltre ai meriti che si autoattribuisce (e tutti da dimostrare concretamente), non spenda nemmeno poche righe per giustificare la roulette degli assessori (quasi cinquanta), la pletora di consiglieri politici falsamente sempre spiegati come gratuiti, le decine e decine di consulenze ed assunzioni part time di iscritti – simpatizzanti e familiari vari di elettori del Suo partito, le nomine nelle partecipate attribuite solo a simpatizzanti del Suo partito (PDL), i doppi incarichi permessi – consentiti e favoriti (vedi Bellacosa, Annunziata, Feola, etc. etc.).
    Trovo, poi, sconcertante che oggi Lei si innervosisca perchè il nuovo Presidente della Provincia, proseguendo nel solco di un sistema comportamentale che appariene alla politica di destra e di sinistra, provveda a sostituire i Suoi uomini con altri di appartenenza ai vincitori delle elezioni.
    E’ normale, logico, consuetudinario e sempre praticato, anche da Lei e dal Suo partito, anche rispetto ai funzionari (Dott.ssa Romito, Avv. Casella, docet….), non è normale – invece – che Lei difenda l’obbrobrio delle nomine ASI effettuate nottetempo ed in modo carbonaro….
    Nulla di personale, mi creda, però ritengo che Lei debba fare tesoro della Sua esperienza (fallimentare è poco) pur mai eletto da chicchessia alla guida di un Ente pubblico e debba ora dimostrare le Sue qualità nel nuovo ruolo politico che riveste magari incominciando a sorridere un pò, a salutare le persone comuni quando le incontra, a far riposare un poco i tanti beatificati da prebende ricevute senza merito, nè elettorale – nè politico – nè professionale.
    Le auguro le migliori fortune..

  2. Condivido e sottoscrivo in pieno quello esposto dal signor Sorrentino.
    A prescindere che ritengo che l’alternanza sia l’anima della Democrazia , continuo a non capire, perchè se a vincere è X si cambiano gli uomini,squadra…..si premia il merito..tutto è “normale politica”…se vince Y è, invece, “Cencelli”, lottizzazione, occupazione di poltrone.Perchè? Spero c’è lo spiegherà sempre Iannone in un altro intervento.
    E’ chiaro che se uno stesse ad interrogarsi su una sconfitta ricevuta dopo aver fatto e operato bene, dopo un voto popolare ( che di fatto non è stato espresso) ma viene bocciato dal suo stesso partito all’ora si che si dovrebbe aprire una seria riflessione e non prendersela con chi ha vinto , ma interrogarsi ,serenamente e seriamente su come si è riusciti a perdere e trarne qualche conclusione……piccola ma trarla.Almeno una ….ma logica.
    La Provincia di Salerno non ha votato ( magia Renziana per scippare la gente di un altra libera espressione di una “preferenza” ……altro che Porcellum), hanno votato solo Sindaci e consiglieri comunali.
    Sulla carta non doveva esserci partita……….Destra stravincente e invece vince il Canfora di turno, contro ogni ragionevole pronostico.La Sinistra incassa e ringrazia per la vittoria senza colpo ferire contro un esercito di Franceschiello (la Destra) che aveva nel Generale Iannone uno dei suoi più attenti e navigati strateghi che ha portato un esercito, sulla carta, forte di uomini e mezzi dritto dritto sullo stesso scoglio della “Concordia” o meglio per essere più preciso sulla “Discordia” della Destra.
    “il ti piace vincere facile” non si è verificato……..peccato…..ma sono gli amministratori stessi della Destra che hanno bocciato la Destra e non la Sinistra che ha vinto.Possibile che questa semplice riflessione non abbia il coraggio farla , con onestà mentale, nessuno?
    Sull’aria che tirava in Provincia di Salerno si era già capito fin dalle Europee…….solo Iannone,che sempre con spirito di sacrificio anche a queste elezioni era stato in campo, non aveva intuito che brutta aria menava per i campi e per i colli, specialmente nell’Agro-Nocerino-Sarnese?.Aria di ammutinamento…….di toglersi qualche sassolino o pietra dalle scarpe e buttarla in testa a qualcuno, sperando che si svegliasse.
    L’operazione di sacrificare Romano sull’altare delle scellerate lotte intestine della Destra è riuscita perfettamente……..quella di svegliare i “comatosi” un pò meno……… ed ecco il perchè di mandare a fare il Presidente della Provincia ( Ente anchesso in pre-coma) un Anestesista.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.