il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Il prossimo fine settimana la Banca Monte Pruno incontra i Roscignoli che vivono nel Nord Italia

 

Da Antonio Mastrandrea

VICENZA – Mantenere il legame con il territorio e la propria terra di origine, è questo il messaggio che anticipa la partenza per l’undicesimo incontro che la Banca Monte Pruno dedica ai Roscignoli che vivono nel Nord Italia. Un appuntamento ormai diventato consueto che permette di rivedere tanti amici e consolidare la vicinanza d’animo con Roscigno, paese in cui nacque 52 anni fa la Banca Monte Pruno attraverso i valori propri della Banca stessa come l’amicizia, la famiglia ed il legame per il territorio. Quest’anno l’evento vedrà la partecipazione di circa 160 persone originarie di Roscigno. La giornata dedicata a questo incontro si terrà domenica 26 ottobre p.v. e vedrà un primo appuntamento religioso presso la Chiesa di San Pio X a Vicenza. La Santa Messa sarà celebrata da Don Ferdinando, parroco della comunità di San Pio X, Padre Felix della comunità dei nigeriani di Vicenza e Don Nicola parroco di Roscigno. Anche quest’anno la Santa Messa sarà animata anche dalla comunità dei nigeriani con i loro canti sacri e i costumi tradizionali della Nigeria. Nel pomeriggio, invece, ci sarà un momento di confronto tra i partecipanti all’incontro ed il gruppo proveniente da Roscigno che, oltre al Direttore Generale Michele Albanese, il Vice-Presidente Antonio Ciniello ed il Responsabile Area Mercato Vallo di Diano – Basilicata Virginio Albanese, vedrà anche la presenza del Sindaco di Roscigno Pino Palmieri e del Presidente della Pro-Loco Roscigno Vecchia Franco Palmieri. Come nelle precedenti edizioni, un grande lavoro organizzativo è stato realizzato dai promotori dell’iniziativa i fratelli Rocco e Carmelo Lorenzo e da Pietro e Cosetta Ruotolo, che si sono occupati di curare la parte relativa all’appuntamento ecclesiastico.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.