il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Alluvione del 1954 : in ricordo di Alfonso Menna, il grande Sindaco oscurato.

Da Antonio Roscia

SALERNO (28 dic. 2014) – NON UNA STRADA, NON UNA PIAZZA RICORDANO ALFONSO MENNA A SALERNO ! A 60 anni di distanza, oggi si ricorderá la tragica alluvione del 1954 che tanti lutti portó a Salerno e che tanti sfollati lasció senza un tetto sulla testa. Il Sindaco Vincenzo De Luca scoprirá una targa rinnovata in memoria del tragico evento, a Mariconda. Bene : l’occasione sará propizia per ricordare quel grande uomo che tanto si prodigò durante quei tragici giorni e che, da Sindaco, tanto fece per dare una casa a tutti gli alluvionati le cui case del centro storico furono devastate irreversibilmente. Alfonso Menna lottò duramente a Roma e fu solo grazie al suo riconosciuto carisma che, tramite il democristiano Fanfani, riuscì rapidamente a dare una casa a tutti. Se Mariconda esiste lo si deve ad Alfonso Menna, il grande Sindaco che fece grande Salerno. Alfonso Menna meriterebbe una statua a Salerno ed invece non ha nemmeno una strada o una piazza a sua memoria. C’é qualcuno che vorrebbe essere sepolto nella lussuosa erigenda Piazza della Libertá. Siamo certi invece che ad Alfonso Menna basterebbe essere ricordato tra quei tanti veri salernitani di Mariconda che, se oggi hanno una casa in cittá, lo debbono solo al suo amore per Salerno. Purtroppo, una cittá come la nostra che ha perduto la sua anima e la sua storia, contempla anche l’oblio istituzionale su Alfonso Menna

.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.