il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità

 

di Pietro Cusati

(Direttore amministrativo del Ministero della Giustizia, Giudice Tributario, Giornalista-pubblicista)

 Negli ultimi anni anche la normativa fiscale ha dimostrato particolare sensibilità  per le persone con disabilità e per i loro familiari, riservando loro qualche  minimo segnale  di agevolazione. Alla luce dei recenti aggiornamenti si rammenta che per ogni figlio portatore di handicap fiscalmente a carico spettano le seguenti detrazioni Irpef:1.620 euro, se il figlio ha un’età inferiore a tre anni, 1.350 euro, per il figlio di età pari o superiore a tre anni. Con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire dal primo. Le detrazioni sono concesse in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo d’imposta e il loro importo diminuisce con l’aumentare del reddito, fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro .L’agevolazione per l’acquisto di veicoli,sempre secondo gli ultimi aggiornamenti :detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto, Iva agevolata al 4% sull’acquisto,esenzione dal bollo auto. L’esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà. Inoltre la  detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per i sussidi tecnici e informatici, l’Iva agevolata al 4% per l’acquisto dei sussidi tecnici e informatici. La detrazione delle spese di acquisto e di mantenimento del cane guida per i non vedenti. La detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per i servizi degli  interpreti per i sordomuti. La detrazione Irpef delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche. i veicoli destinati al trasporto o alla guida di disabili. Infine, sono esentati anche dal pagamento dell’imposta di trascrizione al PRA dovuta per la registrazione dei passaggi di proprietà. L’esenzione non è prevista per i veicoli dei non vedenti e dei sordi. Il beneficio è riconosciuto sia per la prima iscrizione al PRA di un veicolo nuovo sia per la trascrizione di un passaggio di proprietà di un veicolo usato. L’esenzione deve essere richiesta esclusivamente al PRA territorialmente competente e spetta anche in caso di intestazione del veicolo al familiare del quale il disabile è fiscalmente a carico. pietrocusati@tiscali.it

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.