il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

PSI: si apre una nuova stagione in provincia di Salerno – Enzo Maraio: ”Guardare anche oltre le prossime elezioni regionali. Occorre riaggregare quella vasta area di riformisti che tempo fa premiò il coraggio politico e programmatico del Psi”

 

da Carmen Incisivo

Salerno, 19 Febbraio 2015 – E’ stato il ritorno alla base dello storico socialista Sandro Livrieri a dare inizio a quella che sarà una fase di rilancio dell’attività politica dei socialisti salernitani che questa mattina, per fare una approfondita quanto necessaria riflessione sul tema, si sono ritrovati al Bar Moka di Salerno. Saluti affidati al segretario provinciale del partito Silvano Del Duca che- come lui stesso ha avuto modo di dire- “a nome di tutti i socialisti salernitani” ha espresso “grande soddisfazione nel salutare il ritorno all’impegno attivo nel partito di Sandro Livrieri, nostro storico dirigente e da sempre mente politica lucida dell’arcipelago socialista salernitano”.

Un velo di emozione per Livrieri che nell’ufficializzare il ritorno ha dichiarato: “Dopo alcuni anni di percorsi spesso vissuti nella solitudine della ricerca culturale e politica, ho deciso di riagganciare la mia storia con quella della mia comunità. Una storia socialista che si nutre, oggi, soprattutto di giovani, di fermenti, sperimentazioni, sfide intellettuali, nel vivo delle contraddizioni sociali. Futuro remoto, dove remote sono le radici e l’identità e futura è la prospettiva di chi testimonia la politica ancor prima di praticarla. Aderisco al Psi e ritorno nel campo dove sono sempre stato fra i diritti, le libertà e la questione sociale”.

Affidate a Enzo Maraio, Coordinatore Consulta Enti Locali Psi e componente della segreteria nazionale del partito, le conclusioni attraverso le quali la sfida è stata ufficialmente lanciata: “siamo impegnati- ha detto- in una partita articolata in due tempi. Il primo si giocherà alle prossime elezioni regionali alle quali il Psi parteciperà con proprie liste, che saranno competitive, per dare forza e sostegno alla aggregazione di centro sinistra”.

“Il secondo tempo della partita- ha poi spiegato Maraio- avrà inizio dopo le regionali. In questo caso la sfida si presenta ancora più avvincente in quanto i socialisti in provincia di Salerno hanno il compito di riaggregare quella vasta area di riformisti che qualche tempo fa premiò il coraggio politico e programmatico del Psi”. Da qui la chiamata a raccolta lanciata ieri mattina da Maraio ai socialisti salernitani: “ci stiamo già adoperando- ha concluso- per richiamare all’impegno socialista i tanti militanti di tutta la provincia che negli ultimi anni sono rimasti alla finestra. Partiamo da oggi e dal positivo segnale che diamo con Sandro Livrieri”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.