il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“Welfare e salute: opportunità e prospettive”


Da Giuseppe Napoli

FISCIANO – Lunedì 18 maggio, alle ore 10.30, presso l’Aula D della Facoltà di Economia del Campus universitario di Fisciano, si terrà il convegno “Welfare e salute: opportunità e prospettive”.
L’evento ospiterà la lectio magistralis “Ripensare il sistema di welfare e di tutela della salute per investire sul futuro” di Elio Borgonovi, Ordinario di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche presso la SDA Bocconi e Presidente del Cergas (Centro di Ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale).
Seguirà la relazione “Welfare: tra diritto universale e diritto relativo”, a cura di Lina Lucci (Segretario generale Cisl Campania). Invece, Maria Grazia Sampietro (Direttore Welfare Inps) e Francesco Burlin (Dirigente medico di secondo livello Inail delle sedi di Benevento, Caserta, Avellino e Salerno) illustreranno il ruolo dei rispettivi enti nell’attuale sistema di welfare.
È previsto il rilascio di un attestato di partecipazione.

La necessità di creare un New Deal socio-sanitario in grado di rispondere alle esigenze del cittadino sarà una delle tracce di analisi della lectio magistralis di Borgonovi.
«Il dibattito sul welfare è fortemente condizionato da elementi di tipo ideologico, sia da parte di chi difende i modelli sperimentati da decenni in diversi paesi europei, sia da parte di chi ritiene necessario attuare interventi strutturali, nella prospettiva di dare un maggiore spazio al mercato o, almeno, all’autonomia e alla libertà delle persone e delle comunità, in una logica di sussidiarietà verticale e orizzontale – ha scritto Borgonovi nella postfazione del volume “Rilanciare il welfare locale” – Per favorire il processo di miglioramento delle «realtà di frontiera», ossia delle istituzioni e delle persone che erogano i servizi» occorre che «un efficace sistema di welfare» sia «fondato più sulla capacità di produrre ed erogare servizi di qualità, che non su quella di effettuare trasferimenti finanziari (logica, questa, prevalente in Italia e che costituisce uno dei punti di maggiore debolezza) e che si passi «da un’organizzazione orientata a produrre ed erogare «prestazioni sociali e socio-assistenziali a un’altra in grado di produrre ed erogare servizi, intesi come complessi di prestazioni tra loro coordinate in modo tale da rispondere ai bisogni».

IL MASTER DAOSan: COS’É
400 ore d’aula, 300 di e-learning ed 800 tra studio individuale e stage guidato in una delle 90 organizzazioni del network aziendale, 5 borse di studio.
Con il bando 2015 – aperto fino al 16 giugno – giunge alla sua decima edizione il Master DAOSan: il percorso di specializzazione di secondo livello, diretto da Paola Adinolfi, Ordinario di Organizzazione aziendale e Direttore del Dipartimento Studi e Ricerche Aziendali-Management&Information Technology dell’Università di Salerno. Il DAOSanforma i manager della sanità e delle agenzie farmaceutiche, degli assessorati regionali e dei centri di ricerca legati al settore sanitario, delle società di consulenza e information technology.
Info e dettagli su www.daosan.it

GLI SBOCCHI LAVORATIVI
I Diplomati DAOSan saranno in grado di ricoprire posizioni manageriali:
in aziende sanitarie pubbliche e private (Asl, aziende ospedaliere, policlinici, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, residenze sanitarie, centri specialistici, case di cura);
nelle agenzie sanitarie e negli assessorati regionali alla sanità;
nelle aziende fornitrici di servizi e beni per il settore sanitario (aziende farmaceutiche, biomediche, elettromedicali);
nei centri di ricerca e formazione operanti in ambito sanitario;
nelle società di consulenza e di information technology collegate al settore sanitario.

IL CORSO
Il percorso di specializzazione è costituito da 60 crediti formativi raggiungibili in un solo anno accademico (percorso standard) oppure spalmati sul biennio (percorso light). Sono 400 le ore d’aula, a loro volta suddivise in 60 di pre-corso, 220 di corsi fondamentali e 120 di corsi specialistici. Ammontano ad 800, invece, le ore destinate allo studio individuale guidato, project work e stage da sostenere in una delle 90 organizzazioni del network partner del Master. Il percorso di studi include la preparazione per le certificazioni ECDL-Health il programma d’informatica che fornisce agli operatori del settore le conoscenze necessarie per utilizzare in modo consapevole le applicazioni ICT che trattano informazioni dei pazienti), EQDL-Health (la patente europea della qualità in sanità) nonché Internal Auditor UNI EN ISO 9001 e SA8000 e RSPP e ASPP (ex D.Lgs. 81/2008).

BORSE DI STUDIO ed AGEVOLAZIONI
Sono 5 le borse di studio garantite dal Master DAOSan. Quattro sono assegnate dall’INPS a copertura integrale dei costi d’iscrizione e sono destinate a figli ed orfani di dipendenti e pensionati del pubblico impiego; un’altra, a copertura parziale, viene erogata dall’Ordine dei Medici di Salerno in favore dei giovani medici iscritti all’Ordine.
La BCC di Fisciano sostiene, inoltre, la formazione dei professionisti specializzandi attraverso l’erogazione di finanziamenti agevolati a tasso fisso.

SERVIZI GRATUITI
I partecipanti al master hanno accesso a tutti i servizi che l’Università di Salerno fornisce ai suoi iscritti: dalla Biblioteca centrale d’Ateneo sino a quella del Dipartimento Distra-MIT, dal Centro linguistico al Centro sportivo, dal servizio mensa ai servizi abitativi.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.