il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

BCC MONTE PRUNO: Il cordoglio della Banca per la scomparsa del Presidente Onorario dott. Filippo Mordente


Maddalena Mascolo
CORLETO MONFORTE – “”Il Presidente del Consiglio di Amministrazione, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale e il Direttore Generale della Banca Monte Pruno, esprimono il più sincero cordoglio per la scomparsa del Presidente Onorario dott. Filippo Mordente, per numerosi anni alla guida del CdA dell’Istituto di Credito. Con il Presidente Onorario Mordente scompare uno dei protagonisti della storia della Monte Pruno. La Banca Monte Pruno, unendosi al dolore della famiglia, ricorda il Presidente Onorario per il suo impegno costante a sostegno del territorio, per le sue non comuni doti di uomo e di amministratore e per l’apporto che ha saputo dare alla Banca, per la costruzione del bene comune, con idee, proposte e sincera passione. A tutti noi mancheranno la sua passione, la sua dedizione, i suoi insegnamenti. Le esequie si svolgeranno domani 4 novembre 2015, alle ore 15.00, presso la Chiesa Madonna della Selice di Corleto Monforte””.
NOTE: Quello sopra esposto è il comunicato ufficiale con cui La Bcc Monte Pruno di Roscigno e Laurino ha salutato, con garbo e delicatezza, per l’ultima volta il suo “Presidente Onorario”, avv. dott. Filippo Mordente. Non avendo avuto in via diretta altre notizie sull’uomo e sul personaggio questa redazione ha rilevato alcuni dati da un altro sito per poter scrivere anche noi che il presidente Filippo Mordente era nato nel 1928 e che per tantissimi anni è stato “Presidente” della Banca, almeno fino al 2012 quando assunse la carica di “Presidente Onorario” ed il suo posto fu preso dalla dott.ssa Anna Miscia. Abbiamo anche trascritto la dichiarazione ufficiale del direttore generale, Michele Albanese, che ha così testimoniato il suo personale dolore : “La morte del Presidente Mordente per tutta la Banca in genere e per me in particolare rappresenta una perdita enorme. In Lui ho sempre trovato un grandissimo alleato, capace di dispensare consigli e suggerimenti grazie ai quali il nostro istituto di credito ha raggiunto vette molto elevate nel panorama del credito bancario. Una morte che pesa come un macigno per tutti noi che ci siamo giovati della sua presenza, della sua cordialità, della sua competenza, della sua professionalità e del suo affetto. Ci mancherà moltissimo”. Ci sentiamo di condividere in pieno, ed in tutte le sue sfaccettature, l’estremo saluto ufficiale reso dal direttore generale Michele Albanese al “suo presidente”. Ci permettiamo sommessamente di segnalare che dall’elenco delle virtù terrene di Filippo Mordente manca, forse, quella principale: è stato capace di esserci senza esserci e di lasciar fare la banca a chi la sapeva e la sa fare. Una dote, questa, difficilmente reperibile.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.