il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“nonAZZARDiamoci”: Progetto per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico

 

Da Daniela Faiella

SCAFATI – Prevenire e contrastare il fenomeno della ludopatia, meglio nota come gioco d’azzardo patologico, e garantire un sostegno psicologico e sociale concreto a chi ha bisogno di aiuto, puntando allo stesso tempo a divulgare soprattutto tra i giovani la cultura del “gioco sano” nella convinzione che giocare significa condividere e stare insieme, in contrapposizione al gioco d’azzardo patologico che separa, isola e distrugge.

Con queste premesse e con questi obiettivi parte “nonAZZARDiamoci”, il progetto promosso del Piano di zona Ambito S1, finalizzato a definire e sperimentare linee di azione ed interventi mirati per prevenire e contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo, una vera e propria patologia, sempre più diffusa, soprattutto tra i giovani.

Il progetto partirà, in via sperimentale, nei comuni di Scafati ed Angri per poi essere esteso, in un momento successivo, agli altri comuni dell’Ambito S1. Testimonial del progetto è Marco Baldini, conduttore radiofonico e televisivo, ex spalla di Fiorello, con un passato da giocatore d’azzardo patologico, autore del libro “Il giocatore”.

Per Ludopatia, o gioco d’azzardo patologico (GAP), si intende l’incapacità di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o di fare scommesse, nonostante l’individuo che ne è affetto sia consapevole che questo possa portare a gravi conseguenze. Nel nostro paese, oggi, ci sono oltre due milioni di giocatori a rischio di dipendenza e circa 800mila giocatori patologici. I dati più recenti testimoniano che il fenomeno è in costante diffusione e colpisce non solo adulti, ma anche ragazzi, con una particolare incidenza tra quelli di età compresa tra i 15 ed i 18 anni.

Nell’ambito del progetto “nonAZZARDiamoci”sarà, prima di tutto, istituito uno Sportello di ascolto, SOSLudopatia, che avrà sede presso l’Istituzione Scafati solidale, al primo piano, con l’impiego di personale qualificato e competente (psicologi e operatori sociali) che garantiranno un aiuto psicologico a chi lo richiederà, attivandosi per la presa in carico di eventuali casi che saranno seguiti, in un percorso di recupero, in stretta collaborazione con gli operatori dei servizi territoriali. 

Lo Sportello sarà aperto al pubblico il lunedì, il mercoledì ed il venerdì, dalle ore 15 alle ore 18. Per richieste di aiuto o segnalazioni basterà contattare il numero telefonico 377/207.55.99, che sarà attivo 24 ore su 24.

A supporto delle attività dello Sportello sarà, inoltre, messa in campo un’intensa e mirata campagna di informazione e sensibilizzazione sul fenomeno, destinata soprattutto ai giovani, con la programmazione di una serie di incontri con gli studenti delle scuole medie superiori e la partecipazione del testimonial Marco Baldini, che racconterà la sua storia, dialogando con gli studenti,a margine della visione del film “Il mattino ha l’oro in bocca”, tratto da libro del conduttore. Il primo incontro si terrà il giorno 3 marzo 2016, nell’Auditorium dell’Istituzione Scafati solidale, con il coinvolgimento degli studenti del liceo scientifico “R. Caccioppoli” e dell’istituto tecnico industriale statale “A. Pacinotti” di Scafati.

In una fase successiva del progetto saranno, inoltre, previsti una serie di incontrinelle parrocchie. Gli esperti del gruppo di lavoro impegnato nelle attività dello Sportello incontreranno e si confronteranno con  genitori e docenti, supportati dal preziosissimo contributo dei parroci dei territori, con la speranza che attraverso l’attuazione di questo progetto possa consolidarsi nel tempo, a livello territoriale, una rete di prevenzione, protezione e sostegno a beneficio di chi è o rischia di diventare vittima del gioco d’azzardo patologico, supportata da una costante attività di comunicazione e sensibilizzazione che punti a divulgare la cultura del “gioco sano”, inteso come occasione di condivisione, di gioia e di spensieratezza.

L’avvio del progetto era stato già preannunciatolo scorso 29 gennaio, in occasione di un primo incontro tra Marco Baldini e gli studenti delle scuole medie superiori di Scafati, tenutosi nell’Auditorium di Scafati Solidale, alla presenza del Sindaco Pasquale Aliberti e del Vescovo di Nola, S.E. Beniamino Depalma che, lo scorso anno, in una lettera indirizzata ai sindaci dei comuni del territorio diocesano, aveva lanciato un grido d’allarme sul fenomeno della ludopatia, invitando le istituzioni ad intervenire con tempestività e con mirate azioni di prevenzione.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.