il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Risolto mistero del mostro di Tully. Era un vertebrato con un becco dentato sulla coda

Da Ansa.it

ROMA (17.03.16) – Risolto il ‘mistero’ del ‘mostro di Tully’: il bizzarro animale marino preistorico scoperto nel 1958 non era un invertebrato e aveva la coda che terminata con un bizzarro becco dai denti aguzzi. A quasi 60 anni dalla scoperta, il suo aspetto è descritto sulla rivista Nature dal gruppo coordinato da Victoria McCoy, dell’universita’ di Yale.

Scoperto dal collezionista di fossili Francis Tully e diventato il fossile simbolo dell’Illinois, il mostro di Tully è vissuto 307 milioni di anni fa. Per decenni nessuno era riuscito a capire che tipo di animale fosse e soltando adesso è possibile stabilire che era un vertebrato simile alla lampreda.

Utilizzando tecniche di analisi ai ragg X, i ricercatori sono riusciti a vedere dettagli finora mai notati, concludendo che il mostro di Tully aveva delle branchie e una sorta di rudimentale midollo spinale. ”E’ cosi’ diverso dai suoi cugini moderni – commenta McCoy – che non sappiamo molto di come sia vissuto. Aveva occhi grandi e molti denti, probabilmente era un predatore”.

Tuttavia alcune domande rimangono ancora senza risposta: nessuno sa ad esempio quando sia apparso per la prima volta sulla Terra e quando si sia estinto.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.