il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SPEI: consegna attestati di qualifica professionale

La redazione

SALERNO – “Abbiamo consegnato i diplomi per l’avvenuta formazionale professionale di questi giovani e gli abbiamo augurato un futuro ricco di speranze e successi grazie anche ad una formazione che credo impeccabile”. Con queste parole il sindaco facente funzioni di Salerno, Enzo Napoli, ha partecipato alla cerimonia di consegna degli attestati di qualifica professionale alla Spei di Salerno, la Scuola professionale di Estetica italiana, per Estetista dipendente ed Acconciatore. Ad accompagnare il primo cittadino il vice presidente del Consiglio comunale di Salerno, Alessandro Ferrara.

“E’ un settore importante e promettente sotto l’aspetto lavorativo – ha aggiunto il sindaco di Salerno – Queste ragazze e ragazzi che hanno partecipato ai corsi della Spei si avviano ad una professione sulla scorta della formazione ricevuta, e saranno in qualche modo impreditrici ed imprenditori di loro stessi. Molto probabilmente avvieranno delle iniziative artigianali ed avranno, anche, la sufficiente preparazione professionale per accedere ad aziende più grandi. Credo che abbiano tutte le carte in regola per mettersi in corsa e per costruirsi un futuro. Un futuro che è sulle loro spalle, noi non possiamo far altro che augurarci che sia luminoso e prospero. La formazione gli è stata data in modo, credo, impeccabile. Sono il pilastro della nostra società da qui a venire, le giovani generazioni. Su di loro noi contiamo”.

Anche il sindaco, quindi, ha sottolineato come il settore degli acconciatori e degli estetisti possa rappresentare molto dal punto di vista occupazionale.

Una recente indagine Unioncamere a livello nazionale, del resto, sui mestieri in cerca di dipendenti ha evidenziato come l’aiuto parrucchiere sia al terzo posto, l’hair stylist il quinto e l’estetista al ventesimo. Sempre secondo l’indagine, si tratta di settori che, a differenza di altri, in questi anni hanno dimostrato di sapere reggere meglio la crisi.  Anche a Salerno, del resto, come segnalano le stesse aziende del settore, sarebbe difficile trovare addetti qualificati, con una inadeguatezza qualitativa tra il profilo ricercato e l’offerta di lavoro. Per questo motivo sono importanti le scuole di formazione, come la Spei di Salerno, che qualificano e preparano ragazze a ragazzi interessati ad avviare saloni di parrucchiere ed estetista o, comunque, a farsi assumere come addetto qualificato prima di aprire una propria attività.

La consegna degli attestati di qualifica professionale si è svolta nella sede della Spei di via Gonzaga a Salerno, la Scuola (dove si è qualificata la famosa cantante Arisa, vincitrice del Festival di San Remo e volto noto dello spettacolo) che è da oltre 40 anni sinonimo di serietà, alta professionalità e qualità nella formazione di Estetiste Acconciatori, Visagisti, Tatuatori e da poco attiva anche per corsi del Settore Socio-Educativo e Socio-Sanitario.  Spei diventata negli anni  punto di riferimento per chi ha intenzione di intraprendere un percorso lavorativo, permettendo  di raggiungere buoni risultati occupazionali.

Dopo la partecipazione alla cerimonia di consegna attestati del Presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, tenutasi l’anno scorso, anche quest’ anno  la  Spei, ha rinnovato l’invito per la consegna di ben oltre 20 attestati di qualificazione per Estetista dipendente ed Acconciatore, stavolta con il sindaco di Salerno, Enzo Napoli, ed il vice presidente del consiglio comunale, Alessandro Ferrara

Ad essere premiati del traguardo raggiunto saranno gli Acconciatori Albano Francesca, Caputo Ylenia, Pepe Debora, Pepe Martina, Petruk Olena, Pierri Irene, Placanico Katiuscia, Somma Raffaella, Vicidomimi Salvatore, e le Estetiste Andreacchio Enza, Armentano Gelsomina, Camerota Antonella, Catalano Annarita, Giannini Nadia, Iacovello Martina, Kminich Olena, Lovisi Maria, Opromolla Ciro, Rinaldo Mary e Scarano Vincenza Jessica.

Alla cerimonia, oltre al primo cittadino e Ferrara, il  Preside Benito Cuomo e i professori Marisa Adinolfi, Giuseppe Manzo, Anna Iavarone, Roberta Cataldo e Laura Catone.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.