il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

CAVA: A SCUOLA PER “GUADAGNARE SALUTE”

 

Da Annalaura Ferrara
            CAVA de’ TIRRENI – Si è tenuto questa mattina, venerdì 13 maggio, nell’Aula Magna del Liceo Scientifico A. Genoino, l’incontro con gli studenti sul tema: “Insieme per la Sicurezza, guadagnare salute in adolescenza per la prevenzione degli incidenti stradali”. 

            Sono intervenuti, l’assessore alle Politiche Sociali Autlia Avagliano, il consigliere comunale con delega alla Polizia Locale e Sicurezza Enrico Farano, il consigliere comunale Paola Landi, la dottoressa del servizio adolescenti e integrazione socio sanitaria Asl Salerno Rosa Zampetti, Ciro Armenante e Fabrizio Budetta del Ser.D.DSB n.63-67, il dottore Roberto Coletta dell’emergenza territoriale-118 Asl Salerno.

            L’incontro fa seguito alla lettera di intenti tra Comune di Cava de’Tirreni, il Servizio Adolescenti/Integrazione Socio Sanitaria Asl Salerno, il Ser.D. DSB n.63-67, l’Emergenza Territoriale – 118 Asl Sa, il Comando di Polizia Locale e la Protezione Civile di Cava de’ Tirreni, il Liceo psico-pedagogico De Filippis/Liceo Classico Galdi, il Liceo Scientifico Genoino, l’IIS Filangieri, l’Istituto Tecnico Della Corte – Vanvitelli, la Confesercenti, la Confcommercio, il Comitato Locale CRI Cava de’Tirreni, l’Associazione Mani Amiche e Associazione Obiettivo Notte, volta a diffondere la cultura della sicurezza stradale attraverso la riduzione di comportamenti a rischio, come il consumo di sostanze psicoattive legali e illegali, eccesso di velocità ed interventi di prevenzione in momenti aggregativi (luoghi del divertimento) ed educativi/formativi (autoscuole, scuole).

            “Il progetto che portiamo avanti da diversi anni – afferma Rosa Zampetti – vuole entrare in diretto contatto con i giovani attraverso l’educazione e la prevenzione. La giovane età, l’inesperienza, l’inconsapevolezza, sono motivi che inducono a comportamenti a rischio, in molti casi, della vita stessa”.

            “Fare rete prima di tutto tra le Istituzioni – afferma l’assessore alle Politiche sociali, Autilia Avagliano – e poi con i giovani è l’obbiettivo che ci siamo prefissi con questa iniziativa. Anche scendendo direttamente in campo nei luoghi della movida e di incontro dei ragazzi, dove maggiormente si creano le condizioni di rischio. Acquisire la consapevolezza di cosa può provocare l’uso di bevande alcoliche, di droghe ma anche il mancato rispetto del codice della strada ed una guida maldestra è la condizione per la propria ed altrui sicurezza”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.