il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

PARCO: Pellegrino denuncia Lemme sulla dieta mediterranea

Da Sassanonotizie.it

VALLO/LUCANIA: “In qualità di presidente del Parco Nazionale  del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, ho dato mandato all’Avvocatura dello Stato di valutare la possibilità di agire nelle sedi opportune per una citazione in giudizio di risarcimento danni nei confronti di  Alberico Lemme il quale, anche in importanti trasmissioni televisive, ha affermato che la dieta mediterranea provoca il cancro. La Dieta Mediterranea, riconosciuta patrimonio culturale immateriale dell’Umanità dall’Unesco, è ritenuta da tutta la Comunità Scientifica, utile nella prevenzione di numerose malattie, tra cui la cardiopatia ischemica e tante patologie tumorali, per la significativa presenza di sostanze antiossidanti, per il basso contenuto di grassi saturi, per la presenza di un basso indice glicemico, un elevato contenuto di fibre, vitamine ed oligoelementi. Non possiamo permettere ad un affabulatore di gettare discredito sulla Dieta Mediterranea e di lanciare messaggi molto pericolosi per la salute dei cittadini. Questo signore, con il quale mi sono scontrato nella trasmissione Domenica Live di Canale 5, oltre a fare affermazioni false e pericolose, offende e danneggia il nostro territorio, in quanto proprio l’Unesco ha identificato il Cilento come “Comunitá Emblematica” della dieta mediterranea. Il compito ed il dovere del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni è non solo quello di promuovere e valorizzare la Dieta Mediterranea ma anche quello di tutelarla da chi vuole fare speculazioni a danno della gente e delle nostre comunità. Come chirurgo oncologo, infine, sento il dovere di intervenire quando la salute dei cittadini è messa a rischio da teorie che non solo non hanno alcuna base scientifica, ma si scontrano persino con il più elementare buonsenso”. Lo afferma in una nota il presidente del Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. F.to:  Tommaso Pellegrino.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.