il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANITA’: giornata mondiale ipertensione

 

Da Sergio Macellaro

SALERNO – In programma sabato 21 maggio la XII Edizione della Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa istituita dall’organizzazione mondiale della sanità allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su una patologia definita un “killer silenzioso e invisibile”. L’evento anche quest’anno vedrà la postazione di ambulatori di Ipertensione Arteriosa, attivi all’AOU  del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, diretto dal professor Guido Iaccarino dell’Università di Salerno, il quale organizza un evento di sensibilizzazione dedicato alla popolazione generale. L’evento prevede anche tre postazioni mobili in tre diversi sedi, attive dalle ore 8.00 alle 17.00, lungomare di Salerno, all’altezza delle poste italiane; Piazza Ritorto nel comune di Polla, e piazza Umberto I a Satriano di Lucania sempre nell’area del Vallo di Diano. Durante l’attività di controlli sarà anche momento di promuovere la Dieta Mediterranea, che è patrimonio Unesco e internazionalmente riconosciuta come primo presidio terapeutico. L’evento sarà realizzato con la collaborazione della giunta di Scuola di Medicina del Dipartimento di Medicina e Chirurgia  e Odontoiatria dell’Università di Salerno, la Croce Rossa italiana, l’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, la Direzione del Presidio Ospedaliero “Luigi Curto” di Polla, il Comune di Satriano, numerose associazione culturali e di volontariato di Satriano, e trova il supporto della  Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa, Assofarma, Federfarma, la Società Italiana di Medicina Interna e l’Ordine dei Medici di Salerno. Al paziente che si sottoporrà agli esami previsti dovrà compilerà una serie di questionari per valutare l’aderenza alla dieta mediterranea e la percezione del proprio stato di salute; Successivamente verrà raccolta l’anamnesi personale e familiare, verrà misurato la pressione arteriosa e sarà calcolato il rischio cardiovascolare del paziente; nella terza ed ultima fase verrà fatto un prelievo venoso per valutare la funzione renale, il profilo glicemico e lipidico e il dosaggio della Vitamina D. Il tutto sarà una occasione importante per tutti di poter accedere ad un controllo gratuito della pressione arteriosa, e per avere informazioni per la prevenzione di malattie devastanti come l’infarto, l’ictus o l’insufficienza renale. Verranno inoltre presentate le attività dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, per sperimentare nuove forme di assistenza per il paziente, come il Progetto Europep Beyond Silos e il progetto ADD Protection, a supporto della integrazione dell’assistenza al paziente in continuità tra l’ospedale e territorio.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.