il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“Un’amatriciana per Amatrice” nei rioni collinari

Giovanna Naddeo

SALERNO – Sabato 24  e domenica 25 settembre 2016, presso la Piazza di Ogliara, avrà luogo l’evento gastronomico “Un’amatriciana per Amatrice”, il cui ricavato sarà interamente devoluto alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso.

Per la prima volta tutte le associazioni dei rioni collinari di Salerno coopereranno per un unico grande progetto di solidarietà e beneficenza.

L’evento, infatti, nasce dalla volontà e dall’impegno dei membri delle associazioni Amici di Pastorano (quartiere Pastorano), San Michele (quartiere Rufoli), Viva Sant’Angelo e Santangioletti (quartiere Sant’Angelo), Sorrisi Sparsi (quartiere Sordina), nonché i  “padroni di casa”, Pro Loco Ogliara.

Già da alcuni anni le diverse associazioni del territorio collinare di Salerno hanno iniziato a dialogare fra loro, alternandosi nelle date di organizzazione delle proprie sagre e feste rionali, ma questa è davvero la prima volta che partecipiamo tutti insieme a un unico grande progetto” ha affermato il Presidente della Pro Loco di Ogliara, Luigi Cuoco.

La manifestazione vanta il Patrocinio del Comune di Salerno, insieme a una preziosa collaborazione da parte di tutta l’amministrazione comunale.

Durante le due serate sarà possibile degustare il prodotto tipico di Amatrice, unito a tante altre leccornie preparate dalle diverse associazioni.

Sabato 24 si terrà lo spettacolo “Ti ricordi quella sera?” di Claudio Tortora e Marcello Ferrante in compagnia della loro orchestra, per rivivere insieme la musica dagli anni ‘60 ai ’90.

La serata di domenica 25 sarà allietata da diversi gruppi musicali locali quali “Friends of Rainbow”, “I Castellani” e “Salerno Periferia”.

Tutti gli artisti si esibiranno senza alcun compenso, al fine di sostenere questa giusta causa.

Due serate da non perdere,  non solo per donare qualche euro alle zone devastate dal sisma, ma per sostenere le nostre realtà territoriali, custodi del passato, del presente e del futuro delle nostre “radici”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.