il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Parte l’organizzazione della XVI edizione de “ LA SAGRA DELLE SAGRE”

 

 

da Uff. Stampa Pro loco Alta Irpinia

Fissata la data della XVI edizione della Sagra delle Sagre: tante le novità.

La Rassegna dei prodotti tipici, enogastronomia, agricoltura, folklore, turismo, artigianato, arte e cultura si terrà nel Centro Storico di Sant’Angelo dei Lombardi

Con il sostegno ed il patrocinio operativo dell’Amministrazione comunale, con il patrocinio morale della Regione Campania, dell’UNPLI, con la partecipazione della Confartigianato Campania ed Avellino, l’Associazione Turistica Pro Loco “Alta Irpinia – Sant’Angelo dei Lombardi”,  organizza la XVI edizione della Rassegna dei prodotti tipici, enogastronomia, agricoltura, folklore, turismo, artigianato, arte e cultura si terrà nel Centro Storico di Sant’Angelo dei Lombardi, nel prossimo mese di Novembre.

Tante le novità di questa XVI edizione! In primo luogo, la manifestazione che vuole essere la vetrina del turismo dell’entroterra campano, si arricchisce di una giornata in più; infatti è fissata per venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 novembre 2016, che si terrà nel caratteristico ed originale Centro Storico di Sant’Angelo dei Lombardi.

La Rassegna dei Prodotti Tipici, dell’Enogastronomia e del Turismo, “La Sagra delle Sagre”, è un’originale, entusiastica ed esclusiva idea della Pro Loco Alta Irpinia, che  ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere i prodotti tipici, l’enogastronomia, l’artigianato artistico e rurale, la cultura materiale ed immateriale, le tradizioni culturali e popolari dell’Alta Irpinia e complessivamente della dorsale appenninica. La manifestazione vuole concorrere  a promuovere, insieme ad enti, istituzioni ed agenzie presenti sul territorio, il turismo e  l’economia delle zone interne, rafforzare e sostenere la cultura ed il senso di appartenenza.

Per quest’anno sono previste tre intere ed intense giornate de “La Sagra delle Sagre” nel suggestivo Centro Storico di Sant’Angelo dei Lombardi tra vicoli, androni, portali e slarghi, tra scorci panoramici, case antiche ed abitazioni ricostruite dopo il terremoto; le migliaia di visitatori, i turisti ed anche i produttori del settore come ogni anno, anche per questa edizione, resteranno suggestionati ed affascinati.

La manifestazione santangiolese è diventata ormai, uno dei più rilevanti appuntamenti turistici della stagione autunnale dell’entroterra campano e delle regioni limitrofe. Questa rassegna, nel chiudere la stagione delle sagre, ha come vezzo quello di essere la vetrina del turismo, della cultura, delle tradizioni e dei  valori della grande civiltà irpino – sannitica.

Fervono nel mondo della Pro Loco di Sant’Angelo dei Lombardi i preparativi per la cura e l’organizzazione dell’evento e la stesura del programma che prevede la degustazione di prodotti tipici locali, la presenza delle migliori enoteche della provincia di Avellino, accompagnati da suoni, canti e balli tipici della tradizione contadina. È prevista la presenza di artisti di strada, animatori per bambini, posteggiatori, gruppi folk, band per giovani, che accompagneranno, come colonna sonora, tutti i visitatori.

La Pro Loco di Sant’Angelo dei Lombardi è impegnata nell’organizzare l’evento affinché gli operatori dell’accoglienza, della ristorazione, dell’enogastronomia, dell’artigianato e del turismo possano promuovere i loro prodotti e le loro strutture, complessivamente tutto il territorio. Questa è la strategia della Pro Loco che ha rinunciato a somministrare alimenti e pietanze direttamente ai visitatori e agli avventori, ma di impiegare le proprie energie nella promozione delle strutture dell’accoglienza. Questa scelta, certo ha penalizzato la Pro Loco non favorendo entrate economiche, ma è  risultata vincente nel tempo.

Questa  importante manifestazione, diventata la rassegna di tutte le Sagre dell’Irpinia, una sorta di vetrina del turismo delle zone interne, propone all’attenzione dei turisti, visitatori e curiosi, i famosi prodotti caseari, provoloni podolici, pecorino di Bagnoli, “Il Carmasciano”, castagne e tartufi, i prosciutti ed insaccati, miele, biscotti, taralli, pane cotto a legna, olio e i prodotti dell’orto, con la filiera corta. Tutti questi prodotti sono noti per la genuinità, originalità e bontà! Continua il trend di crescita della manifestazione che sta diventando ormai interregionale con la presenza di operatori e prodotti provenienti anche dal Molise, dalla Puglia, dalla Basilicata e Calabria.

L’artigianato artistico, rurale e di servizio, come sempre  sarà il fiore all’occhiello della Sagra, insieme ad Istituzioni, Scuole ed Enti che  da anni assicurano una qualificata presenza.

Gli appassionati del turismo “plein air”, i Camperisti, con le loro famiglie, guardano ormai da anni con particolare affetto a “La Sagra delle Sagre”.

Sono stati programmati laboratori del gusto, tavole rotonde, convegni, dibattiti e conferenze stampa alcune di queste si terranno anche nei mesi successivi al’evento.

La Pro Loco ha programmato visite guidate ai siti storici più importanti: Cattedrale con Cripta, Centro Storico, il Castello Longobardo, il Convento di San Marco e la meravigliosa Abbazia del Goleto, definita “l’Assisi del Sud”. Un servizio navetta collegherà il Centro con la suggestiva Abbazia del Goleto. Per info tel.0827  24123

Tony Lucido

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.