il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

IMPARATO: Caro Paolo ti scrivo … le lamentele e la risposta

Maddalena Mascolo

SALA CONSILINA – Il dr. Giuseppe Colucci, già sindaco di Sala Consilina ed attuale consigliere comunale di minoranza, rappresentante del gruppo “Progetto Sala” ha diffuso agli organi di informazione una lunga e dettagliata lettera aperta indirizzata a Paolo Imparato (sindaco di Padula e consigliere provinciale rieletto); nel contesto della lettera Colucci ha evidenziato alcuni punti salienti che avrebbero determinato lo scarso successo elettorale di Imparato alla luce dei risultati delle recenti elezioni provinciali. Tutto ciò, dice Colucci, in risposta alle lamentele esternate (pubblicamente !!) dal consigliere provinciale in merito alla caduta del consenso elettorale ricevuto a Sala Consilina nelle elezioni del 2014.

 

Sull’argomento nei prossimi giorni pubblicheremo un approfondimento del direttore di questo giornale;  intanto provvediamo a pubblicare integralmente la lettera aperta di Giuseppe Colucci.

 

“”Caro Paolo, mi congratulo con te per la rielezione a consigliere provinciale, per la quale ho voluto contribuire con il mio voto ed ho scelto di votare un rappresentante locale, perché ritengo che debbano essere valorizzate le nostre risorse umane, per tutelare il nostro territorio e per far fronte agli scippi, che stiamo continuamente subendo. Però non posso tacere alle tue dichiarazioni di disappunto per lo scarso risultato di Sala Consilina. Un solo voto di Sala Consilina (peso ponderato 88), anche se non del tuo partito, ha consentito la tua elezione, senza il quale ora staremmo tutti a lamentarci su un’occasione perduta, ma per fortuna sei stato eletto, anche se per soli 58 voti ponderati in più, ed oggi possiamo vantarci di avere il consigliere provinciale del territorio. Devi fare però una seria ed umile riflessione sui motivi della risposta elettorale da te lamentata, soprattutto rispetto alla precedente elezione del 2014, quando io stesso mi feci promotore insieme ad altri consiglieri per il voto unitario al “candidato del territorio”, ed allora fosti il quarto eletto del PD. Da politico navigato sai benissimo che non puoi semplicemente pretendere il voto, se non ti presenti prima al tuo elettorato con le tue linee programmatiche, anzichè far conoscere la tua candidatura soltanto tramite le testate giornalistiche ed i social, e non è corretto criticare chi ti ha sostenuto.

 

Inoltre devi fare una profonda riflessione sul contesto generale di questa elezione:

  1. rispetto alla precedente elezione, ora vi erano le migliori condizioni per ottenere un risultato più soddisfacente;
  2. non vi sono stati altri candidati del territorio, che potevano scalfire il tuo risultato, con tutto il rispetto per Marianna Morello e Angelo Marmo, legittimamente sostenuti dai consiglieri del proprio Comune;
  3. quasi tutti i Comuni e gli enti di gestione del Vallo Di Diano sono amministrati dal tuo partito;
  4. vi sono importanti Rappresentati Istituzionali nel Vallo di Diano, quali il Presidente del Parco (PD) e l’Assessore Regionale al Turismo, che sono certamente validi catalizzatori di consensi;
  5. sei reduce da 2 anni di mandato che, rispetto al precedente sistema elettorale, attribuisce al consigliere provinciale un maggior peso politico: prima erano 36 consiglieri ora sono solo 16; prima vi erano gli assessori ora vi sono i consiglieri delegati e tu avevi l’importante delega alla viabilità;
  6. sei stato molto tiepido in alcuni problemi che hanno toccato il territorio del Vallo di Diano, tra i quali Tribunale e Carcere, che non riguardano solo Sala Consilina.

 

Infine non sono per nulla condivisibili le dichiarazioni di grande vittoria fatte dal Coordinatore del PD Vallo di Diano, anzi il risultato locale inferiore di 418 voti rispetto alla precedente elezione è una netta sconfitta politica locale, visto i maggiori 2.307 voti ottenuti dal PD salernitano, in quanto questa elezione è politica ed i consiglieri elettori rispondono alle indicazioni del proprio partito di appartenenza. Quindi la critica devi fare principalmente ai vertici del tuo partito, i cui rappresentanti sovracomunali “nominati e non eletti” hanno sostenuto altri candidati, che non sono del Vallo di Diano. La vera vittoria è del territorio, che ha investito sulla tua candidatura, per avere una presenza nel Consiglio Provinciale, e devi riconoscere che tanto è stato possibile grazie anche ai consiglieri di Sala Consilina, anche se non appartenenti al PD. Ti saluto con sinceri auguri e con l’auspicio che il tuo lavoro possa essere utile per tutto il territorio.

Sala Consilina, 12/01/2017

Con rinnovata stima                                                  Giuseppe Colucci

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.