il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANITA’: BIMBO AUTISTICO IPERCINETICO TRATTATO NELLA RADIOTERAPIA PEDIATRICA DEL RUGGI

Da Cinzia Ugatti (Portavoce AOU)

SALERNO – La Direzione Generale di questa Azienda Ospedaliera rende noto che lo scorso mese è giunto presso la Radioterapia Pediatrica del Plesso Ruggi un paziente di cinque anni dell’Ospedale Santobono Pausillipon di Napoli che necessitava di radioterapia perché affetto da neoplasia. La particolarità del caso sta nel fatto che il piccolo paziente, purtroppo, era anche autistico con eccessi di ipercinetismo.

Il responsabile della radioterapia pediatrica ed il personale tutto del reparto hanno prima cercato di avvicinarlo, rassicurarlo, supportati anche dalla psicologa aziendale che è sempre presente ma, non riuscendo a sfondare il muro della diffidenza, si è provveduto ad avviare le terapie con la sedazione. Cosa, anche questa, non semplice, ma che si è riusciti ad ottenere grazie alla enorme professionalità e dolcezza dei medici anestesisti.

Il bambino ha subito sedici trattamenti al termine dei quali il piccolo degente si è totalmente inserito nell’ambiente:  cercava lo sguardo del medico, andava in braccio a lui e al personale infermieristico e si lasciava portare nella sala terapia per la sedazione con la massima tranquillità lasciando la mamma in sala d’attesa, cosa impossibile nelle prime sedute.

Questo risultato eccezionale si è potuto ottenere grazie all’enorme sinergia che si è creata nel reparto di radioterapia pediatrica in cui tutte le forze professionali interessate sono state tese al fine di aiutare un bambino con difficoltà colpito da una brutto male.

La Radioterapia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno è attualmente punto di riferimento per l’Ospedale Santobono Pausillipon di Napoli e offre cure, mediamente, per trenta bambini ogni anno, ma le cifre, purtroppo, sono destinate ad aumentare.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.