il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Sanità, M5S: Coscioni, è neo primario e mantiene il doppio incarico

 

da Gruppo Mov. 5 Stelle

 

Napoli, 08 Febbraio 2017 – “Il Presidente De Luca offende la dignità dei campani. Di fronte all’evidenza dei fatti si permette di liquidare la questione della nomina di Enrico Coscioni, suo consigliere alla sanità, dichiarando che ha ottenuto l’incarico a primario del reparto fotocopia di cardiochirurgia dell’ospedale Ruggi di Salerno, solo per i titoli in suo possesso. Forse si riferisce al titolo della fedeltà al presidente o magari all’essere indagato per le nomine in sanità? Il presidente De Luca ci mettesse la faccia e lo spiegasse ai tantissimi medici campani con titoli e meriti anche superiori a Coscioni che sono costretti ad emigrare, perché in questa regione se non sei ‘amico di’ non vai da nessuna parte”. Lo dice il capogruppo al Consiglio regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino che aggiunge: “Questo è il presidente che ha cancellato una legge che consentiva di selezionare per titoli e meriti i direttori generali – attacca Ciarambino – per avere le mani libere e nominare nei posti chiave della sanità campana i suoi fedelissimi, poco importa se sono incapaci”. “Non ci sembra casuale la decisione dello sdoppiamento del reparto di cardiochirurgia del Ruggi, mentre si chiudono reparti essenziali – sottolinea Ciarambino – forse è stato il prezzo che De Luca ha dovuto pagare per ricambiare qualche favore di Coscioni nel suo ruolo di consigliere alla sanità del presidente”. “Riteniamo inaudito che Coscioni, bypassando procedure pubbliche, si trovi a capo di una neo struttura – fa notare Ciarambino – e conservi il doppio incarico di consigliere della sanità a palazzo Santa Lucia, al netto di una delicata inchiesta che lo vede imputato su fatti della sanità”. “De Luca agisce e gestisce la Regione Campania come un feudo – prosegue – ha adottato in tutto e per tutto il ‘sistema Salerno’, ossia la politica della spartizione”. “Mentre la sanità campana sprofonda nel baratro - conclude Ciarambino – la sola preoccupazione di De Luca è spartire poltrone o confezionarne su misura per i suoi amici”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.