il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

SANITA’: Sosta selvaggia in ospedale, marciapiede diventa parcheggio delle autovetture

da Ennio Sica

SALERNO – E’ paradossale che proprio in un luogo dove le prerogative sono l’accoglienza ed il rispetto verso chi è costretto a rivolgersi alla sapienza dei medici specialisti della sanità pubblica per affrontare i propri problemi di salute, ci si ritrova a constatare che l’inciviltà colpisce anche chi dovrebbe essere più sensibile al rispetto del prossimo. Due autovetture appartenenti a conducenti autorizzati ad accedere alle aree interne dell’ospedale, con tanto di tagliando esposto sul lunotto posteriore, occupavano il marciapiede impedendone la normale fruizione. I numerosi visitatori del nosocomio si sono visti costretti a raggirare gli ostacoli scendendo sulla carreggiata dove sono numerosi i passaggi degli automezzi autorizzati all’accesso, una barriera che sicuramente non poteva essere superata in alcun modo dall’utenza su sedia a rotelle anche se con accompagnatore. Nella sala d’attesa dei controlli ortopedici non mancavano le lamentele di persone con gesso e temporaneamente su sedia a rotelle a cui è stato impedito l’accesso con l’autovettura degli accompagnatori per un semplice trasbordo nelle vicinanze del reparto. L’appello va alla direzione del Ruggi d’Aragona affinchè episodi del genere non accadano più, predisponendo controlli serrati nelle aree di parcheggio interne ed in modo esemplare  revocando sin da subito i permessi d’accesso ai due conducenti in questione, incivili e non meritevoli di alcun beneficio.

1 Commento

  1. specialmente con l’apertura della facoltà universitaria la frequentazione ospedaliera è cresciuta a dismisura : il parcheggio non è in grado , già dalle prime ore , di accogliere tutti i possibili utenti e visitatori. e’ necessario e indifferibile la copertura dell’attuale parcheggio e la realizzazione di un superiore livello , in modo di raddoppiare l’accoglienza automobilistica.
    nei centri commerciali tale soluzione si realizza ; in una struttura ospedaliera è possibile fare qualcosa di funzionale. o è più comodo criminalizzare e sanzionare le soste selvagge , spesso dettate da necessità ?

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.