il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

GIOVANI PROFESSIONISTI ED ISTITUZIONI A CONFRONTO: QUALE FUTURO PER LA NOSTRA PROVINCIA?”

Filippo Ispirato

 

SALERNO – Martedì 21 febbraio p.v., alle ore 15.30, nella Sala consiliare della

Provincia di Salerno, presso la sede di Via Roma, 104 avrà luogo il convegno

“Giovani professionisti ed istituzioni a confronto: quale futuro per la nostra

provincia?”, organizzato da Sal.P.O., l’Osservatorio delle Associazioni Giovani

Professionisti e Giovani Imprenditori Salernitani.

L’Osservatorio è un organismo interprofessionale costituito dai rappresentanti

delle maggiori realtà giovanili delle principali categorie professionali e

imprenditoriali presenti sul territorio salernitano, con l’obiettivo di

effettuare una serie di attività a favore del territorio, avviando al contempo

progetti di ricerca finalizzati allo sviluppo del tessuto sociale e realizzando

pubblicazioni informative e formative per la popolazione.

L’iniziativa sarà l’occasione per avviare un dialogo continuo e costante con

le istituzioni locali finalizzato a portare al centro dell’attenzione la

centralità del valore dell’inclusione sociale e della riqualificazione del

territorio, specie in un periodo come questo in cui i territori provinciali

stanno attraversando un periodo di forti tensioni dal punto di vista economico

e finanziario.

Interverranno alla tavola rotonda, tra gli altri, Giuseppe Canfora, Presidente

della Provincia di Salerno, Rocchina Staiano, consigliere politico del

Presidente della Provincia in materia di lavoro, Maria Rita Giordano, Assessore

alle Politiche giovanili ed Innovazioni del Comune di Salerno, Francesco

Giuseppe Palumbo, Coordinatore Sal.P.O. e Presidente dei Giovani Imprenditori

di Confindustria Salerno e Maria Grazia Montera, Vice-Coordinatrice Sal.P.O.

Per chi volesse maggiori informazioni sull’evento sarà possibile consultare il

sito internet dedicato all’iniziativa.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.