il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Meridione Nazionale

Da Michele Cuozzo

SALERNO – Prosegue l’attività dell’Associazione “Meridione nazionale”, sodalizio politico-culturale di centrodestra nato recentemente da un’idea di Giovanni Romano.

L’Associazione, animata in questa fase iniziale dallo stesso Romano e da Michele De Lucia, sindaco di Positano, sta completando la sua strutturazione organizzativa curata da Michele Cuozzo, ex segretario provinciale di Fratelli d’Italia.

La scelta di affidare il coordinamento organizzativo di “Meridione nazionale” è stata assunta in considerazione della rilevante esperienza che il già sindaco di Valva ha maturato nel corso della sua ultradecennale attività politica ed istituzionale.

“Meridione nazionale” avrà una propria sede già individuata nella città di Salerno e almeno altre cinque sedi localizzate nelle principali macroaree omogenee della provincia di Salerno.

Obiettivo primario della nuova associazione politico-culturale è quello di contribuire al rilancio di un centrodestra coeso, lontano dalle conflittualità e dai personalismi, mettendo al centro della propria attività il territorio, le idee, la vicinanza agli enti locali.

Numerose e significative sono le adesioni finora registrate da parte di amministratori, esponenti del mondo della cultura e delle professioni, responsabili di altre Associazioni già operanti sul territorio.

Una prima conferenza programmatica è prevista entro la prossima settimana. In tale occasione sarà predisposto il programma delle iniziative che si organizzeranno nei prossimi mesi. I temi riguarderanno la politica regionale in materia di sanità, trasporti, servizi pubblici locali, ambiente e sviluppo economico.

Una particolare attenzione sarà dedicata alle proposte per il rilancio del Mezzogiorno d’Italia e per la riforma delle Autonomie Locali con la predisposizione di una proposta di modifica dell’attuale Testo Unico a sostegno dei Comuni.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.