il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Oltre la nebbia

Aldo Bianchini
SASSANO – Molto spesso i musicisti riescono con le loro composizioni ad anticipare i tempi della vita sociale e della politica, anzi numerose volte quei tempi li dettano. Bisogna riconoscerlo, facendosene una ragione, che i musicisti sono capaci di leggere nel presente, attraverso le note e le melodie, per anticipare gli eventi del futuro. Insomma, come dire, la musica è la musica, e la musica è anche cultura intesa nelle sue massime espressioni; e la cultura musicale aiuta a vedere “oltre la nebbia”, un passaggio che oggi sarebbe molto necessario in tanti momenti della nostra vita associativa. Ma, naturalmente, ci sono musicisti e musicisti, anzi bisogna dire che in un certo senso “musicisti si nasce”, e soltanto questi ultimi possono rientrare in quel ristretto novero di maestri di musica capaci di entrare a piè pari nella vita pubblica senza neppure apparire nella politica pur facendo politica. Lo sappiamo tutti che la musica non solo è cultura ma è anche politica con la “P” maiuscola, e sono tantissime le canzoni o le semplici composizioni musicali che hanno lanciato messaggi molto significativi incidendo notevolmente nell’immaginario collettivo di tutti noi.
Fatto questo necessario preambolo provo a parlare dell’artista sassanese di adozione, musicista, Gianfranco Cloralio, ottimo rappresentante della “città della musica” per annunciare l’uscita del suo nuovo singolo a cui ha dato il nome intrigante di “Oltre la nebbia”; un titolo che naturalmente è tutto un programma perché può essere ascoltato, sentito e interpretato in maniere molto diverse. Da compositore e cantante Gianfranco, ed anche pluristrumentistaNon, ha dato vita ad una dolcissima ballata romantica esplosa direttamente dal suo intimo più profondo in una sorta di ricerca di se stesso e delle sfide che ancora ha davanti nel suo lungo percorso di musicista e compositore. Una ballata utile a lanciare precisi messaggi agli addetti ai lavori ma anche, se non soprattutto, a chi è appassionato di musica o ad essa si avvicina per la prima volta. Nell’impresa ha voluto al suo fianco, per la produzione del singolo, Natalino Marmo di Events promotion e le edizioni musicali di Enzo Polito (Don Backy, Wess, Dori Ghezzi – etichetta Pera Marcia). Questi nomi la dicono lunga sulle capacità di autore e di interprete di Gianfranco Cloralio che al momento è in tournee con il suo acustico “Pop d’autore” per il cui completamento spesso affianca artisti teatrali, musicisti di calibro nazionale ed internazionale. Questa è la prova che la musica può generare competizione ma mai, e poi mai, invidie e colpi bassi che nella vita quotidiana sono, invece, all’ordine del giorno.
L’artista titolare di una specifica “scuola di musica” (con diramazioni tra Sassano e Potenza, ovviamente, non pensa minimamente di fermarsi al tour già intrapreso per promozionare il suo ultimo importante lavoro e difatti ha già allo studio la preparazione del videoclip “Oltre la nebbia” (a cura di Edmondo Ragone) che sarà interpretato dalla brava e nota attrice Eva Immediato con la partecipazione dello stesso Gianfranco. A fine anno uscirà l’intero Ep che sarà registrato presso il Farm Studio di Luigi Gaetani a Teggiano e sarà interpretato da Gianfranco Cloralio, Nat Marmo ed Enzo Paladino più alcuni ospiti amici big del panorama nazionale. L’ Ep sarà necessariamente intitolato “Oltre la nebbia “, il nome del progetto JClo (pseudonimo e nome d’ arte di Cloralio ). Il musicista potentino ma trapiantato a Sassano e’ gia al suo quinto lavoro discografico (tra cui uno interamente strumentale) in passato ha collaborato con Sugar Sound ( I.Fornaciari, Audio 2 , Jo Squillo, M. Villa, Cheryl Nickerson, Ernesto Vitolo, Cecilia Gayle e tanti altri artisti). Quest’ultimo lavoro di Cloralio può, a giusta ragione, inserirsi in una specie di “sequel” che l’artista ha lanciato con “The voice within“ , quella “voce che viene da dentro” in un brano tutto strumentale che sembra essere il filo conduttore di tutta la carriera fin qui maturata dall’artista nell’ottica di quelle considerazioni di carattere generale che esprimevo in apertura di questo approfondimento.
“Oltre la nebbia” è tutto un programma ed in un certo senso corre alla riscoperta della stessa vita dell’artista per nuovi ed importanti messaggi musicali; una sensazione che del resto è stata confermata direttamente dallo stesso Gianfranco: “”Oltre la nebbia, un brano dove credo ci si possa rispecchiare tutti, adolescenti, adulti e meno giovani un brano d’amore. Una dichiarazione alla persona amata che e’ distante, ricordi che ritornano e l’autore che si mette a nudo, la delusione, il voler riconquistare la persona amata; si perchè l’ amore ci mette in ginocchio, ci cambia, ci trasforma . Mia moglie ascoltando il brano mi ha detto se non fosse già innamorata di me tornerebbe ad amarmi. Io per scrivere il brano ho dovuto per un attimo immaginare la mia vita senza di lei…””

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.