il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

L’Ordine dei Medici in prima linea contro l’ipertensione arteriosa – Check up gratuiti degli specialisti del “Ruggi” – Sabato 27 maggio, sul lungomare Tafuri a Salerno e presso il Municipio di San Gregorio Magno

Da Piera Carlomagno
Sabato 27 maggio, a partire dalle ore 9:00 e per tutto il giorno, sul Lungomare Tafuri a Salerno, e presso il Palazzo Comunale a San Gregorio Magno, nell’ambito della Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa, sotto il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi della provincia di Salerno presieduto da Giovanni D’Angelo, il Centro Ipertensione dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, organizza un evento di prevenzione cardiovascolare e sensibilizzazione della popolazione generale. L’evento è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria – Scuola Medica Salernitana della Università di Salerno e la Direzione Generale dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, e la Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa.
L’ipertensione arteriosa, generata spesso da un’alimentazione sbagliata e stili di vita non corretti, è all’origine della stragrande maggioranza delle più comuni patologie cardiovascolari. E’ per questo che l’Ordine dei Medici si schiera in prima linea nel campo della prevenzione di questo disturbo, che colpisce fasce sempre più vaste di pazienti, anche per effetto dell’invecchiamento progressivo della popolazione.
Durante la giornata di sabato, Professori dell’Università, Medici dell’AOU San Giovanni e Ruggi, Studenti di Medicina e di Infermieristica e di Ostetricia dell’Università degli Studi di Salerno saranno suddivisi in tre diverse postazioni lungo il percorso che i partecipanti affronteranno.
Nella prima postazione verrà richiesto di compilare una serie di questionari per valutare l’aderenza alla dieta mediterranea e la percezione dello stato di salute. Nella seconda postazione verrà raccolta un’anamnesi specifica, verrà misurato il valore di pressione arteriosa e sarà calcolato il rischio cardiovascolare del paziente. Nella terza e ultima postazione verrà effettuato un prelievo venoso per la valutazione della funzione renale, del profilo glicemico e lipidico e per il dosaggio della Vitamina D.
Eventi come questo rappresentano un importante momento, in cui l’Università realizza il suo mandato e rafforza la sua relazione con il territorio di riferimento. Negli anni passati sono state utilizzate postazioni mobili site in diverse città della provincia di Salerno, incluso Salerno città, Castelnuovo Cilento, Polla e Satriano di Lucania.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.