il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Valle delle orchidee: un finale ritardato ma, ancor più, di successo

Maddalena Mascolo

SASSANO – Contro la festa della Valle delle Orchidee si era messo anche il tempo a condizionarne la sua effettuazione fino al punto da indurre gli organizzatori a rinviarla dal 21 maggio all’ 11 di giugno. Chi pensava che il rinvio potesse rovinare la festa è ben servito, difatti domenica 11 giugno 2017 la festa della Valle delle Orchidee ha trovato il suo inarrestabile successo con una marea di visitatori che è stato abbastanza difficile contenere su per le strette vie di montagna che dal centro urbano di Sassano conducono verso la località Gravola dopo aver toccato la fontana, la chiesa della Madonna del Carmine, il ponte francese in loc. Peglio ed aver affrontato l’ultimo tratto di rapida salita prima di aprire la vista nella Valle delle Meraviglie dove fioriscono spontaneamente e conducono, quasi per mano, il visitatore attraverso varie stazioni (Affunnaturo, Coddate di Filano, Valtasso e Pietralieddo) nell’area del Campi di Filano, per giungere alla Piscina del Brigante. E con le orchidee c’è tanta natura ed anche tanta storia.

Nelle località, tra le più belle dell’intero Parco Nazionale (PNCVDA), c’è una natura che è difficile osservare altrove, e questo fa della festa un appuntamento canonico nell’intero panorama regionale. E in quest’ottica non potevano mancare, nel ricco programma messo a punto dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Tommaso Pellegrino, numerose attrazioni per tutte le età: dai supereroi Marvel al raduno di aquiloni, dal trekking alle visite guidate, passando per gli stand dedicati agli antichi mestieri, all’artigianato e ai prodotti tipici. Il top all’ora di pranzo, i visitatori della Valle hanno potuto gustare i piatti della gastronomia locale preparati con cura dalla Pro Loco e dalle associazioni “I ragazzi di Caiazzano”, “Ponte Peglio”, “I ragazzi di San Michele”, “In cammino con Padre Pio” e “Sassano vola”, tutti insieme appassionatamente quando si tratta di rilanciare il nome dell’intera comunità. E poi lo spettacolo puro con l’aereo sospeso  del “Big Arno Circus” e con il giovane acrobata di Sassano Antonio Arnone, e la musica folkloristica de “I Kalìmma“.

La grande festa della Valle delle Orchidee era stata preceduta il 3 giugno scorso dalla sempre interessante “Orchidea d’argento”, un  premio giornalistico nazionale che quest’anno è andato alla bella ex miss Italia Daniela Ferolla. Ma di questo abbiamo già scritto nei precedenti articoli a commento di un avvenimento che sta crescendo anno dopo anno e che ci ha dato la spinta per un’idea in proiezione del prossimo anno su come e perché scegliere il candidato o i candidati all’orchidea d’argento. Ma per questo vi rimandiamo al prossimo articolo.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.