il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

#GENDERCOMMUNITY : Fare networking per una cultura di genere – 13 luglio 2017 , Campus di FISCIANO (sa)

 

 

Da Maria Rosaria Meo

FISCIANO – Giovedi 13 luglio con un Evento presso l’Aula “Nicola Cilento” del Campus di Fisciano (SA)  e’ terminato il Corso di perfezionamento e aggiornamento  post lauream POLFeDM  in  “Politiche di Pari Opportunita’ Leadership Femminile Diversity Management “, svoltosi presso il Dipartimento Studi Umanistici, DIPSUM, organizzato dalla Presidenza dell’Osservatorio Studi di Genere, a cura della Docente dott.ssa  Maria Rosaria Pelizzari.

Il corso si e’ sviluppato in tre mesi di incontri, 110 ore di lezioni, testimonianze con il mondo delle rappresentanze femminili della imprenditoria, della politica,della diplomazia ed un’ attenzione alle nuove frontiere del Disability management. Varia la provenienza di partecipazione degli iscritti ( 35 donne e n.1 uomo) dal mondo della scuola a dipendenti di Enti pubblici, a operatrici di parita’. Tra gli obiettivi del corso :riconoscere e valorizzare le proprie competenze e abilita’ per esprimere capacita’ di Leadership e di inclusione nel Diversity Management , costruire Reti di comunita’ attraverso il networking.

Ringrazio, a nome della Presidente della Consulta Regionale  Femminile Simona Ricciardelli , il Magnifico Rettore Prof. Aurelio Tommasetti per aver creato un ponte tra l’Universita’ e il Territorio, con gli Enti, i Comuni, il mondo delle Associazioni, delle Fondazioni,  per sostenere processi  gestionali di cambiamento  Diversity Management, in una societa’ sempre piu’ multiculturale , glocale, cioe’ plurale ed eterogenea, in cui coabitano diverse identita’, culture, religioni, dove la diversita’ e’ ricchezza e contemporaneamente  sfida educativa, sociale, politica, nel raggiungimento di un  complesso  equilibrio tra un principio di uguaglianza e di diversita’  . Grazie al Rettore per la sensibilitita’ ad aver dato concretezza al Corso su Politiche di genere  Leadership Femminile in  proiezione dell’ asset strategico dell’UE  entro il 2020 : piu’ donne  impegnate nei luoghi decisionali del mondo della politica, il raggiungimento della parita’ di genere e il raggiungimento del 75% delle donne occupate nel mondo del lavoro.

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.