il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

“MAI SOLI”, ECCO IL PRIMO GRUPPO-APPARTAMENTO PER ANZIANI DI SALERNO: VENERDI 29 SETTEMBRE (ORE 10) PRESENTAZIONE ALLA STAMPA DELL’INNOVATIVO ESPERIMENTO PER SCONFIGGERE LA SOLITUDINE

Da Serena Valeriani

SALERNO – Un esperimento innovativo nel cuore del Parco Arbostella: una piccola comunità autosufficiente di anziani autonomi e semiautonomi vivranno insieme nel primo gruppo-appartamento per la terza età della città, progetto della Cooperativa sociale “Santa Rita” di Salerno che sarà presentato alla stampa (venerdì 29 settembre) alle ore 10 (Via Wagner, 2, Parco Arbostella, Lotto 13, Scala O, piano 1 Interno 1).

La residenza per anziani – denominata “Mai Soli” – sarà una vera e propria casa dove poter condividere momenti di vita, una struttura attrezzata con personale qualificato per combattere la solitudine della terza età vivendo insieme, come in una nuova famiglia, coadiuvati da operatori socio-sanitari 24 ore al giorno, psicologa, fisioterapista (con programmi specifici di riabilitazione nella vicina piscina) e nutrizionista con programmi personalizzati in base alle esigenze alimentari di ciascuno. A questo si aggiungono attività ludico-ricreative organizzate, supporto nel disbrigo di pratiche amministrative (come visite presso l’Asl) e la possibilità di vivere una vita in completa autonomia grazie al contesto in cui la struttura è immersa, con il verde del parco e i suoi servizi annessi, dall’edicola al teatro, fino alla metropolitana e al vicino ospedale.

All’incontro per la stampa di venerdì 29 settembre parteciperanno il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, il Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Ferrara, l’Assessore alle Politiche Sociali Nino Savastano e i consiglieri Veronica Mondany, Massimiliano Natella, Paolo Ottobrino e Fabio Polverino.

Al fianco della Cooperativa sociale Santa Rita ci sarà in tutte le attività della residenza per anziani l’Associazione onlus “Mai Soli”: “Il nostro obiettivospiega Maria Izzo, presidente dell’Associazioneè riuscire a creare un gruppo coeso che sia costantemente in contatto, proprio come in una seconda famiglia, per combattere fattivamente la solitudine attraverso il confronto, i rapporti umani, le attività all’esterno, dal teatro alla piscina fino alla chiesa.  La residenza ha sede in uno dei polmoni verdi di Salerno, il Parco Arbostella, che abbraccia anche una serie di servizi a disposizione degli utenti. Inoltre gli anziani che vivranno nel gruppo-appartamento saranno supportati dal lavoro degli operatori, nonché dalla cooperativa e dall’associazione: la nostra è una collaborazione collaudata anche sull’assistenza domiciliare e ospedaliera diurna e notturna 24 ore al giorno, esperienza che porteremo anche all’interno della residenza. Una équipe sarà costantemente a disposizione degli ospiti, prendendosene cura ma anche stimolando lo scambio e l’interazione, con l’obiettivo di garantire il benessere dell’anziano preservando la sua autonomia ed il suo spazio”.

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.