il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

450 pacchi con generi alimentariper le “Mense Solidali”

 

 

da Franco Poeta

450 pacchi con generi alimentari non deperibili per altrettante famiglie in difficoltà e quasi 2 tonnellate di approvvigionamenti per alcune delle maggiori “Mense Solidali”, sono in fase di distribuzione in questi giorni, dalla Cassa Rurale di Battipaglia, attraverso parrocchie ed associazioni che operano sul territorio.

La Cassa Rurale di Battipaglia anche per queste festività natalizie darà il suo contributo per essere accanto a coloro che quotidianamente donano il loro tempo per aiutare le persone e le famiglie in difficoltà. Le indicazioni sono arrivate nell’Area Soci della Cassa Rurale, direttamente dai gruppi territoriali dei Soci della Cassa Rurale diffusi su tutti i territori di competenza della Banca: da Salerno a Serre, abbracciando i Picentini ed arrivando fino a Montella.

In tutto 450 pacchi di circa 30 kg ognuno e contenenti generi alimentari non deperibili, senza dimenticare caramelle, cioccolate e panettone per i più piccoli, sono stati inviati a oltre 20 realtà che si occupano di solidarietà e che provvederanno prima di Natale alla distribuzione.

Inoltre si è provveduto a rifornire con quasi due tonnellate di generi alimentari – soprattutto olio, carne e pesce – due delle maggiori “mense solidali” che operano sul territorio di competenza della Cassa Rurale. In tali mense vengono distribuiti, quotidianamente e per 365 giorni l’anno, circa 200 pasti, oltre alla preziosa opera di ascolto, accoglienza e integrazione.

Siamo fortemente impegnati in importanti progetti che guardano al futuro dei nostri territori di competenza in un’ottica cooperativa – ha dichiarato il presidente Silvio PetroneLo sviluppo delle potenzialità delle nostre comunità, messe già in evidenza con progetti come La Banca delle Qualità, non può farci dimenticare le problematiche quotidiane vissute da tante famiglie e che vengono acuite in queste feste natalizie, dove la gente in difficoltà si sente ancora più povera. Per questo abbiamo voluto proseguire ed aumentare il nostro impegno per rendere almeno un po’ più sereno questo periodo che dovrebbe essere di felicità per tutti”.

Su questa lunghezza d’onda ha lavorato l’Area Soci: “La cooperazione di credito è anche solidarietà, per questo le idee e le sollecitazioni dei soci anche su queste problematiche sono importanti, così come il rapporto con il mondo del volontariato – ha dichiarato Piero Mellone, responsabile dell’Area Soci della Cassa Rurale di Battipaglia – L’ufficio Soci, anche in questa occasione, ha visto la fattiva collaborazione del Club dei giovani Soci Kairòs e dei ragazzi della cooperativa Tags, per un lavoro di équipe davvero arricchente”.

Apprezzamenti, ma anche appelli ad un coinvolgimento sempre maggiore da parte delle comunità locali, è arrivato dai responsabili delle due maggiori strutture impegnate nel dare pasti caldi alle persone e alle famiglie in difficoltà. Come nel caso dell’Associazione “Caterina” onlus, che da anni, nei pressi di Pagliarone di Montecorvino Pugliano, ha attivato una serie di servizi, tra cui una mensa che fornisce circa 100 pasti al giorno per 365 giorni all’anno. “L’esperienza di questi anni – ha dichiarato Michele D’Ambrosio, presidente dell’Associazione Caterina – ci ha confermato l’esistenza della Provvidenza. Un giorno si manifesta come Cassa Rurale di Battipaglia, altre volte con altre realtà, ma anche attraverso singole persone, che vengono a darci una mano quando meno te lo aspetti e soprattutto quando c’è più bisogno. Da qualche mese – ha annunciato D’Ambrosio – siamo riusciti anche ad attivare un ambulatorio con otto medici volontari e un servizio di asporto per le famiglie”.

Sulla stessa lunghezza d’onda padre Ezio Miceli, lo Stimmatino fondatore di Spes Unica, l’associazione di volontariato che porta avanti la mensa dei poveri di Battipaglia, la comunità “Casa Speranza” e tante altre realtà sul territorio: “Ci sono tantissime persone che vivono situazioni di disagio – ha spiegato padre Ezio – ma c’è anche tanta gente e realtà locali che danno una mano gratuitamente. Gesti come quello della Cassa Rurale sono importanti, ma servono soprattutto se aiutano a sensibilizzare più gente possibile ai valori concreti della solidarietà”.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.