il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Affissioni abusive immaginarie

da Uff. Stampa

Troviamo sconcertanti le esternazioni di Scafati in Movimento riferite ad un’immaginaria affissione “abusiva” che sarebbe stata perpetrata dai candidati della lista NOI CON L’ITALIA – UDC in Scafati.

Si tratta del solito comportamento denigratorio mediatico che i 5 STELLE mettono costantemente in atto al solo fine di coprire il vuoto di idee e di programmi che caratterizza la loro stessa insussistenza politica connotata, peraltro, dall’arroganza di “ interpretare a proprio piacere ed utilità le leggi dello Stato Italiano” e di ritenere la loro interpretazione un “ dogma assoluto”.

Ricordiamo, infatti, che le circolari esplicative della “propaganda elettorale (in particolare la 2117 del 08.01.2018)attribuiscono alle Amministrazioni Comunali l’obbligo, trenta giorni prima del voto, di “ installare tabelloni elettorali e di assegnarli proporzionalmente ai candidati uninominali ed alle liste collegate” e che la “la mancata assegnazione” non impedisce – né limita – l’esercizio di un diritto (propaganda elettorale) costituzionalmente garantito che, peraltro, dura solo trenta giorni.

NOI CON L’ITALIA – UDC, al pari degli altri partiti/movimenti presenti nella competizione elettorale, ha affisso MANIFESTI solo e sempre sui TABELLONI ELETTORALI messi a disposizione dai COMUNI e, soprattutto, ha complessivamente affisso – considerando l’intero territorio provinciale – n. 2.200 manifesti solo in spazi vuoti e senza mai coprire alcun altro candidato/partito/movimento.

Ha inoltre segnalato, unico partito/movimento tra tutti, al Prefetto della Provincia di Salerno le omissioni – nella mancata assegnazione degli spazi – perpetrate dalla gran parte dei Comuni del Salernitano dove l’affissione, da parte di TUTTI, avviene regolarmente e senza interventi di soggetti aliunde che mai possono sanzionare “le vittime di omissioni”.

Siamo curiosi di leggere, come preannunciato da Scafati in Movimento, “ i verbali” che sarebbero stati elevati nei confronti dei NOSTRI candidati, dalle forze di polizia locale, per “affissione abusiva” e siamo curiosi – laddove tanto dovesse corrispondere al vero – di leggere “gli articoli del codice che sarebbero stati violati”.

Tanto perché ricordiamo, a SCAFATI IN MOVIMENTO, che “affissione abusiva” è solo e quando avviene “ al di fuori degli spazi elettorali”, circostanza questa che non riguarda – a Scafati come negli altri 157 comuni provinciali – i candidati di NOI CON L’ITALIA – UDC.

F.to ALBERICO GAMBINO

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.