il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2018: da “Cara Belta” un’indicazione politica

 

 

 

 

 

Maddalena Mascolo

 

SALERNO – “Indignati, astenuti, impegnati. La politica e la sfida del bene comune” questo il tema essenziale dell’incontro politico promosso dal Centro Culturale Cara Belta presso i saloni del Polo Nautico; un incontro aperto a 360° a tutti i candidati di qualsiasi bandiera e colore.

            Il primo di quelli, mi auguro, possano essere altri incontri prima della fine della campagna elettorale, è stata incentrato sul confronto a due tra il PD (con la candidata Eva Avossa) e FI (con il candidato Gigi Casciello).

            I due candidati si sono correttamente e democraticamente confrontati sull’onda del “bene comune” auspicato da Papa Francesco a Cesena nel corso di un suo intervento sulla politica e sulla dimensione essenziale della convivenza civile.

            Eva e Gigi hanno espresso le loro convinzioni politiche senza aver bisogno di gridare per farsi capire e per tenere alta l’attenzione dei numerosi presenti; addirittura in un passaggio si sono anche stretti la mano pur rimanendo ognuno sulla propria sponda.

            Molte le domande poste dal pubblico ai due candidati che hanno risposto in maniera compiuta ed esaustiva.

            Il presidente del Centro Culturale Cara Belta ha, molto verosimilmente, intrapreso una strada che potrà assicurare al Centro molto successo; difatti le numerose domande poste dal pubblico hanno evidenziato una straordinaria voglia di partecipazione diretta alla politica che ormai si fa solo in tv e sul web; un modo di fare che ha scavato un solco enorme tra la politica e la gente comune.

            L’iniziativa del Centro Culturale Cara Belta potrebbe essere, quindi, l’inizio di una lunga stagione di confronti e di partecipazione.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.