il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Elezioni 2018: Gambino, il signore della politica

 

Aldo Bianchini

 

SALERNO – A vederlo come si muove sembra un personaggio di sangue blu sceso sul pianeta terra e prestato, non tanto per caso, alla politica. Addirittura quando sale sul proscenio di questa estenuante campagna elettorale appare anche dotato di un innato self-control britannico che, invece, è soltanto un modo elegante per nascondere le sue intime emozioni e la sua sensibilità nell’ascoltare, comprendere e capire le problematiche che assillano tantissima gente.

E’ impeccabile nel vestire, elegante nella gestualità mai fuori posto, affabile con tutti, ma capace di scandagliare fin nel profondo l’animo di chi gli sta di fronte per poterlo conquistare e portarlo sulla strada delle sue proposte politiche sempre intelligenti e interessanti.

Il suo nome è Alberico Gambino ed è candidato alla Camera dei Deputati, come capolista nel collegio proporzionale di Salerno; un signore che non viene dal nulla, difatti è portatore di una lunga esperienza politica come amministratore ed è stato a lungo sindaco (il più votato d’Italia) di Pagani (sua città natale) ed è consigliere regionale in carica.

Ha condotto una campagna elettorale nel segno della proposizione progettuale nel massimo rispetto degli altri, di tutti gli altri, anche di chi ha tradito le sue convinzioni e le sue aspirazioni. Profondamente cattolico sa cosa significa perdonare, ed ha perdonato tutti i suoi nemici che non molto tempo fa hanno cercato di massacrarlo; lo hanno sostenuto la fede e l’immenso affetto per la famiglia che lo ha sempre accompagnato, anche nei momenti più brutti. Anche la moglie, Rossella, è entrata a piè pari nel ruolo che le compete riuscendo sempre e comunque a stare un passo dietro il marito e sostenendolo con lo sguardo di chi vuole sinceramente bene.

Non conosco i figli di Alberico Gambino, ho incontrato spesso il padre; un uomo che è riuscito sempre a mantenere un controllo glaciale delle sue intime emozioni; si illumina quando parla del figlio nei confronti del quale sarebbe disposto a dare tutto se stesso.

Viaggia sulle ali dell’entusiasmo Alberico Gambino, e “Noi con l’Italia – UdC” ha capito ed ha afferrato al volo le sue qualità personali, professionali e politiche imponendolo all’attenzione dell’intera provincia di Salerno come capolista del partito nato dall’unione di diverse componenti politiche nell’ambito del centro destra come vera e propria quarta stampella del centro destra più in generale. L’esperienza di Lorenzo Cesa e di Raffaele Fitto, e il bacino elettorale di Gambino faranno il resto e sicuramente l’unione premierà il candidato salernitano che si avvia, con entusiasmo, verso l’esperienza di parlamentare nazionale a suggello della sua lunga militanza politica e della sua disponibilità verso il prossimo in quanto ha sempre inteso la politica come servizio per la gente e per il territorio.

Ha davanti a se ancora quattro-cinque giorni di duro lavoro, di ricerca casa per casa, addirittura porta a porta, per convincere anche gli indecisi ad esercitare il proprio diritto di voto e semmai di apporre la crocetta sul partito di Alberico Gambino.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.