il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Emilio Sarli: “Voglio vederti danzare”

Maddalena Mascolo

AGROPOLI – Nell’ambito della promozione e della valorizzazione dei territori del Sud Italia, l’associazione “Amici In Movimento” ha organizzato per sabato 14 Aprile 2018 alle ora 17,30 nella prestigiosa cornice del Museo Acropolis di Agropoli (Sa), la presentazione del libro “Voglio vederti danzare” dell’avvocato Emilio Sarli.
Nel libro si parla del viaggio, dalla Sicilia alla Basilicata, intrapreso da una studiosa di archeologia Cinzia, alla ricerca di due statue bronzee raffiguranti due satiri, il satiro danzante di Mazzara del Vallo e il satiro pugnante di Armento. L’autore descrive come le due regioni siano state interessate dall’arte e dalla cultura antica e mette l’accento sulla necessità di far conoscere le bellezze storico-cultrali dei nostri territori.
La serata sarà introdotta dalla vicedirettrice del Museo Acropolis Elena Giovanna Foccillo e coinvolgerà autorevoli ospiti, interverrà infatti il prof. Vincenzo Pepe per parlare di archeologia e bellezze dell’arte antica Pepe, presidente della Fondazione Gian Battista Vico, prenderà la parola in qualità di padrone di casa, il Museo di Acropolis infatti è gestito proprio dalla suddetta Fondazione.
Seguiranno interessanti interventi, il sovrintendente del museo Prof. Antonio Morgese, persona esperta d’arte nonché pittore e restauratore di opere antiche, la giovane archeologa Mary Rosa Lacerra ci parlerà dell’amore per la cultura e ci chiarirà il significato delle opere di cui si parla nel libro, infine l’ autore l’avvocato Emilio Sarli spiegherà come sia nato in lui il desiderio di interessarsi alle sculture bronzee ritrovate nei territori di Mazara e di Armento e porrà l’accento sulla necessità di esporre le opere nei territori dove sono state ritrovate.
Il satiro pugnante di Armento, ritrovato in Basilicata, infatti non può essere ammirata né ad Armento né in Lucania perché custodito nel museo archeologico di Monaco di Baviera ,così come un’altra opera straordinaria, la corona di Critonio riemersa dallo scavo di una delle sepolture di Serra d’Oro,località collinare di Armento. Il gioiello è una ghirlanda d’oro che rappresenta una dea alata circondata da eroti e fanciulle che gli studiosi datano intorno al IV secolo a.C. Ed ancora il cavaliere di Grumento, statua bronzea risalente al V secolo a.C., raffigurante un cavaliere greco con l’elmo corinzio e un chitone corto che cavalca un cavallo dotato di una lunga criniera, che si trova invece al British Museum di Londra.
“Uno degli intenti della Associazione Amici In Movimento – ha dichiarato infatti il presidente dell’Associazione Francesco Bellomo – è quello di cercare di riportare ad Armento e in Lucania la statua di bronzo del satiro pugnante e tutte le opere ritrovate in questi territori. Queste opere sono la testimonianza che i nostri territori hanno ospitato grandi popoli che hanno lasciato impronte di arte e cultura.”
La serata, organizzata dall’associazione Amici In Movimento con la collaborazione della Fondazione Giambattista Vico e condotta dal giornalista dr. Pietro Cusati, è patrocinata dal comune di Agropoli sempre attento e presente a manifestazione che mettono in risalto l’arte e la cultura, interverranno infatti anche il sindaco di Agropoli Adamo Coppola e Rosa Lampasona assessore alla pubblica istruzione .

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.