il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

«Omicidio 18enne di Buonabitacolo: nel Vallo di Diano ripristinare i presidi di legalità soppressi dagli ultimi Governi».

 

GIGI CASCIELLO (Deputato Forza Italia):                                     

«Sconcerta a dir poco la tragica notizia della morte di uno studente 18enne, accoltellato a Buonabitacolo nel Vallo di Diano da un coetaneo. Le vite di questi due ragazzi sono state spezzate, in questo momento serve rimanere vicini alle loro famiglie, ma senza alcuna strumentalizzazione serve anche riflettere attentamente sulla necessità di riaffermare la presenza dello Stato in questi territori, come ci chiedono gli stessi amministratori locali», ad affermarlo il Deputato di Forza Italia Gigi Casciello. Il parlamentare azzuro ricorda: «Il procuratore nazionale antimafia Roberti, nella relazione sulle criminalità organizzate, aveva già ricordato che il Vallo di Diano non è immune da fenomeni criminali, anche se non si registrano episodi tipici delle mafie. Sembra che le indagini della magistratura facciano emergere un territorio crocevia di traffico di droga, dove si continuano a registrare anche fenomeni di usura, come di altri reati minori. Di fronte a tutto questo, gli ultimi Governi anzicché dare più forza alle Forze dell’Ordine, aumentandone le risorse e gli uomini, hanno proceduto ad eliminare degli importantissimi presidi di legalità, come con la chiusura del tribunale di Sala Consilina e dello stesso carcere. Così è venuto meno non solo il momento della repressione, ma anche la fase di prevenzione dei reati. Importanti mutamenti che hanno dato forza a dinamiche criminali, invece di reprimerle. Registriamo ancora una volta la mancata attuazione di impegni ben precisi per assicurare sicurezza e legalità in questa parte del territorio salernitano». «La solidarietà e le parole di circostanza – ha continuato l’On. Casciello – non bastano più. E’ chiaro che occorre una maggiore attenzione ai gravissimi problemi di sicurezza del territorio, denunciati anche dalla magistratura. Questi episodi ci fanno capire che occorrono risposte serie e concrete, prima di tutto gli amministratori locali e poi bisogna assicurare maggiore serenità di vita anche alle giovani generazioni. Le Forze dell’Ordine nel Vallo di Diano, hanno bisogno di proseguire con maggiore forza il loro lavoro. Pertanto, assicurerò tutto il mio impegno perché il prossimo Esecutivo metta in campo ogni azione necessaria per la sicurezza e giustizia nel territorio valdianese, perché vengano ripensate alcune decisioni del passato, assolutamente negative», conclude il parlamentare azzurro.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.