il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Consulenti Lavoro: la mediazione civile e commerciale – una funzione sociale e un’opportunità

 

Maddalena Mascolo

 

SALERNO – Per la prima volta, credo, nel contesto di un interessante convegno sul mondo del lavoro, ha preso piede (per non dire il sopravvento) il famoso question-time voluto tenacemente, nel nostro caso, dal presidente Carlo Zinno. Nel corso delle ore di durata del convegno le domande dei presenti ai relatori non sono mancate ed hanno assunto le sembianze quasi di un fuoco di fila; il tutto nel segno che il modulo organizzativo e la scelta dei relatori è uno degli elementi più significativi per non fare scadere nel disinteresse le probabili forzature che la legge impone nell’ambito della formazione continua obbligatoria per tutti gli ordini professionali. E il convegno celebrato offriva ai partecipanti ben 4 crediti della famosa formazione.

            Il convegno organizzato dall’ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Salerno sulla “mediazione civile e commerciale” si presentava sulla carta come un momento convegnistico abbastanza difficile; il suo dipanarsi ha detto però il contrario ed è stato un nuovo successo per il presidente provinciale dr. Carlo Zinno che può, quindi, pensare con serenità ai prossimi appuntamenti che sicuramente non mancheranno.

            Il convegno “la mediazione civile e commerciale – una funzione sociale e un’opportunità” ha avuto il patrocinio dello stesso Ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro, dell’ANCL (Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro) e dell’Associazione Giovani Consulenti del Lavoro ed è stato celebrato il giorno 20 aprile 2018 nei salone del Mediterranea Hotel di Salerno (Via Generale Clark) dalle ore 9.00 in poi.

            Per ampliare il concetto dell’utilità di un simile convegno torno a ripetere che la mediazione civile e commerciale è uno degli strumenti più moderni ed avanzati nell’ottica di un componimento bonario delle tantissime vertenze che dilapidano enormi patrimoni sia economici che industriali e lavorativi in una disperata e infinita rincorsa dei propri e insopprimibili diritti attraverso le fredde e insopportabili aule giudiziarie. Per farlo gli addetti devono essere molto ben preparati, formati ed aggiornati, punto su punto, e per tutte le sfaccettature che l’importante e complicato spaccato del mondo del lavoro pone dinanzi a tutti.

            All’inizio ci sono stati i saluti di: Carlo ZINNO (Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Salerno); Alfonso IZZO (Presidente UP ANCL Salerno);  Stefania PISCOPO (Presidente Associazione Giovani Consulenti del Lavoro Salerno); e i brevi  interventi di Pietro LATELLA (Presidente Nazionale Associazione Giovani Consulenti del Lavoro Agenzia Gam Srl).

            Subito dopo sono state sviluppate le relazioni da parte Alfio Catalano (Responsabile dell’Organismo di Mediazione di Categoria) sulla mediazione civile e commerciale; di Pasquale Visconti (Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Salerno) sulle conciliazioni in materia di lavoro; e di Lorenzo Ioele (Ordinario di Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale ‐ Università degli Studi di Salerno) sui contratti collettivi pirata e responsabilità per i datori di lavoro.

            I lavori sono stati coordinati dall’ottimo Prof. Avv. Armando LAMBERTI (Ordinario di Diritto Costituzionale Università degli Studi di Salerno).

            Ci sembra anche giusto plaudire a tutti gli organizzatori del convegno che rimangono sempre nell’ombra e dietro le quinte; primi fra tutti i dipendenti dell’Ordine Giulia e Salvatore e poi Anna Lo Jacono, Mario Grieco, Giuseppe De Chiara e Valerio Pascale.

            Consentitemi una sola annotazione finale; ha impressionato la facilità dialettica  della dott.ssa Stefania Episcopo (Presidente Associazione Giovani Consulenti del Lavoro Salerno) che aspettiamo a momenti più impegnativi e propositivi nell’interesse di tutta la categoria dei consulenti del lavoro.

 

             

 

 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.