il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

TRAGEDIA SARNO 5 MAGGIO 1998. IANNONE (FDI): “DOPO VENT’ANNI È FORTE IL RICORDO MA NON È CRESCIUTA LA CULTURA DELLA PREVENZIONE”

da Antonio Iannone
Il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha dichiarato: “a vent’anni dalla sciagura che colpí i comuni di Sarno, Siano, Bracigliano e Quindici è forte l’emozione del ricordo di quel 5 maggio 1998 in cui un’onda di fango mortale portò via le vite e le case di tante famiglie. Una tragedia che scosse le coscienze dell’Italia intera, ricordo di aver partecipato da militante politico prestato al volontariato i momenti in cui si attivò una straordinaria gara di solidarietà per portare soccorsi e aiuti nel mercato ortofrutticolo di Sarno. I funerali al campo sportivo furono uno strazio che è ancora fermo nella mia coscienza insieme alle scene del terremoto del 1980. Anche se qualche amministratore locale asserisce con orgoglio che dopo vent’anni la ricostruzione è quasi ultimata (!!!) questa pagina nera ha insegnato poco alla cultura della prevenzione: l’Italia ha un problema di dissesto idrogeologico spaventoso che continua a non essere affrontato, anzi i fondi sono sempre più insufficienti ed i cantieri sempre più in ritardo rispetto al rischio che incombe. Sarno ha insegnato solo che in questi casi, in Italia, basta trovare un capro espiatorio a cui addossare tutto il portato morale e materiale dell’accaduto.”

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.