il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Incontro alla Capitaneria per la mobilità nel Porto di Salerno.Il Segretario Regionale Coordinamento F.A.I. Punzi: Disponibilità e impegno da parte di tutti

da Uff. Stampa

Si è conclusa in tarda mattinata di oggi  la riunione alla Capitaneria di Porto alla quale hanno preso parte per la Capitaneria di Porto il Comandante CP Giuseppe Menna e il Capitano Antonio Sogno; per l’Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale, Ugo Vestri; per la Guardia di Finanza il Capitano Benducci; un rappresentante della Polizia di Frontiera; per la Polizia Municipale il Comandante Elvira Cantarella; per l’Agenzia delle Dogane, Bruno Mogavero; per Eurosat Grimaldi Domenico Ferraiuolo e Luca Ponticorvo; per la S.C.T. Agostino Gallozzi; per Amoruso Spa Giuseppe Casotti; per il Comune di Salerno, l’Assessore urbanistica Domenico De Maio e per la F.A.I. Angelo Punzi e Gianluca Elefante. “Nella serata di oggi incontreremo gli autotrasportatori nella nostra sede per comunicargli gli esiti del Tavolo Tecnico che si è tenuto stamattina presso la Capitaneria di Porto di Salerno, su convocazione del Comandante Giuseppe Menna”, ha detto il Segretario Regionale Coordinamento F.A.I. Punzi. “La riunione si è sviluppata ascoltando i singoli partecipanti che hanno chiarito cose già fatte e quelle da fare nei prossimi giorni per rendere più fluidi ingresso ed uscita dallo scalo salernitano. Abbiamo trovato disponibilità e impegno da parte di tutti. L’assessore all’Urbanistica e alla Mobilità del Comune di Salerno, Mimmo De Maio, per quanto riguarda il doppio senso di marcia di via Benedetto Croce per le sole autovetture, che avevamo proposto, ha annunciato che delegherà ad esperti di mobilita della Università degli studi di Salerno la valutazione della possibilità di attuarlo, considerando tale ipotesi nell’ambito del PGTU Piano Generale Traffico Urbano, sulla base delle esigenze di tutti”.

Ufficio Stampa Coo

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.