il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Premio Sichelgaita: le tre principesse 2018

 

 

 

 

 

 

 

Maddalena Mascolo

SALERNO – La presenza diretta nell’incantevole scenario del Castello di Arechi è stata necessaria e produttiva, la fonte di notizie dell’arch. Aniello Palumbo (giornalista e scrittore) è stata assolutamente indispensabile per riscrivere la splendida serata vissuta sulle terrazze slanciate sul mare di cobalto della costiera amalfitana sotto lo sguardo severo e comprensivo dell’anima della Principessa Sichelgaita, mentre lo spirito della principessa Costanza si aggirava guardingo tra i merli del castello.

Tre donne straordinarie, donne di vero talento, sono state scelte e premiate lunedì sera 4 giugno per l’anno 2018. Come set la storica Corte delle Armi del Castello Arechi che ha accolto ed amorevolmente ospitato la XIV Edizione del “Premio Internazionale Principessa Sichelgaita”.

Il tutto voluto ed organizzato, con tenacia e capacità professionale (anche contro qualsiasi tipo di malocchio)  dalla dottoressa Emma Ferrante Milanese, Past President del “Lions Club Salerno Principessa Sichelgaita”, presieduto quest’anno dalla dottoressa Angela Coviello Iuorio.  Per Emma bisognerà pensare nel prossimo futuro ad un premio speciale che riesca a contenere e simboleggiare tutte le qualità di una donna mai sopra le righe ma sempre, e comunque, spiritosa quel tanto che basta e di gran lunga al di sopra della media per quanto attiene la sua innata capacità di “fare società” ad alti livelli. Sicuramente non è sufficiente la targa al merito che ogni anno le viene consegnata.

Le tre donne sono: la famosa artista internazionale Gilda Fiume, soprano lirico, che si è esibita con grande successo nei più importanti teatri e auditorium d’ Italia e ricevuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi canori internazionali; l’astrofisica Maria Giovanna Dainotti, che ha scoperto un piano fondamentale per i lampi gamma che dà la possibilità di usare le esplosioni di raggi gamma per gettare luce sull’origine dell’Universo, e l’attrice Pia Lanciotti, una delle attrici più riconosciute ed apprezzate della scena teatrale italiana che abbiamo visto ultimamente recitare nella serie televisiva de “Il Commissario Montalbano”.

Si sono distinte per il loro talento ed il loro impegno nei campi della scienza, dell’arte, della cultura, dell’economia e dello sport” ha ricordato Emma Ferrante durante l’ elegante ed emozionante cerimonia che è diventata un appuntamento importante e significativo per la nostra città; un appuntamento durante il quale si valorizzano i talenti della nostra terra: che spesso sono gratificati altrove.

Una menzione speciale dedicata alla ceramica è stata consegnata dal dottor Erminio Rinaldi, Avvocato Generale presso la Corte d’Appello di Salerno, alla professoressa Ida Mainenti, docente di discipline pittoriche al Liceo Artistico Sabatini – Menna, che ha esposto alcune sue suggestive e coloratissime opere e una ceramica simboleggiante l’acqua.

La Medaglia Principessa Sichelgaita è stata consegnata dalla professoressa Maria Rosaria Vitiello, Consigliere politico del Presidente della Provincia Canfora, alla giovane boxeur saprese Annachiara La Penna, che, ad appena 21 anni, ha già dimostrato di essere un vero talento vincendo il Campionato Italiano di Free Boxe. Sul palco è salito anche il suo allenatore Arturo Corinto.

 Madrina della manifestazione, la dottoressa Elda Morlicchio, Magnifico Rettore dell’Università Orientale di Napoli,  una tra le poche donne rettrici che ci sono in Italia, esperta di linguistica e storia della lingua tedesca, studiosa del mondo longobardo, che ha spiegato l’etimologia del nome Sichelgaita: ” La prima parte vuol dire “vittoria” e la seconda “punta della lancia. E’ un nome che indica la forza al femminile”.

Durante la serata è stata consegnata una targa alla Memoria di una  famosa pittrice salernitana, Olga Napoli, che venne anche selezionata per la Biennale di Venezia nel 1954. A ritirare la targa, consegnata dalla professoressa Titta Parisi, è stata la figlia, l’architetto Carmela Avagliano, proveniente da Genova dove vive :”Mia madre ha lasciato un vuoto enorme nei familiari e nell’ambiente artistico”. 

Il soprano Gilda Fiume, diplomatasi nove anni fa al Conservatorio Martucci di Salerno, allieva del soprano Mariella Devia, emozionata ha ricevuto dall’Onorevole Guido Milanese la Medaglia della Presidenza della Camera dei Deputati.

Premiata con la medaglia del Presidente della Repubblica, che le è stata consegnata dal Prefetto Salvatore Malfi, l’astrofisica Maria Giovanna Dainotti, laureatasi in Fisica all’Università di Salerno, che attualmente vive, per motivi di studio, tra Stanford, dove ha vinto la borsa di studio “Marie Curie” e Cracovia. La Dottoressa Dainotti ha spiegato che si occupa di esplosioni di raggi gamma: ” Sono delle stelle che hanno una massa circa trenta volte più grande di quella del sole e che in pochi secondi emettono la stessa quantità di luce che il sole emette in tutta la sua vita”.

L’attrice Pia Lanciotti, che vive a Milano, ha ricevuto la medaglia del Presidente del Senato dal dottor Leonida Primicerio, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Salerno, che a sua volta ha ricevuto il guidoncino dal Past Governatore Bruno Cavaliere.

Emozionanti i momenti musicali che hanno impreziosito la serata: la pianista Valentina Di Palma (Premiata da Roberto Scerbo, Past President del Consiglio dei Governatori) che accompagnata al flauto traverso del Maestro Vincenzo Vincenti (premiato dal Presidente Emerito dell’Ordine dei Medici Bruno Ravera ) ha eseguito “Donna Lucrezia” di Gian Piero Reverberi; il giovane e talentuoso chitarrista Diego Cantore ha eseguito “Rumores De La Caleta” di Isaac Albeniz ( è stato premiato dal dottor Salvo Iavarone  Presidente di Confassociazioni Internazionale e dalla dottoressa Angela Passaro Presidente di Zona); la clarinettista Alessia Parisi (premiata dal dottor Costantino Lauria Direttore Generale del Ministero dell’Economia) ha eseguito la Rapsodia di Giacomo Meluccio.  Il cantante Ugo Fera ha cantato una canzone spagnola “Amame”.

Presente il Sindaco del Comune di Salerno, Vincenzo Napoli, che ha premiato con una targa l’avvocato Cosimo Palumbo noto pianista salernitano che negli anni ’60 ha fatto parte del complesso de “I Tops” e de “Gli Astrali” Le conclusioni sono state affidate al Governatore Eletto, il dottor Paolo Gattola che ha portato i saluti del Governatore Francesco Capobianco  e premiato la professoressa Morlicchio. Alla fine della serata tutte le socie del Club Lions Principessa Sichelgaita hanno consegnato una targa di ringraziamento alla dottoressa Emma Ferrante che ha invitato tutti gli ospiti al ricco buffet organizzato dal responsabile della società di gestione del Castello Arechi, Marco De Simone. 
 

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.