il Quotidiano di Salerno

direttore: Aldo Bianchini

Bruschettone

da Giovanna Santucci e Alfredo Di Domenico

Sarà il caldo, sarà l’età, sarà che avanza l’estate… molto spesso si ritorna nei paesi di origine e ci accorgiamo che i pensieri antichi ci spingono sui sentieri della memoria.
Quella nostalgia canaglia (anche cantata), fatta di ricordi, di giochi, di grida, di piazze assolate del nostro meridione, fontanelle pubbliche …unico refrigerio a tanta arsura!
Una nostalgia fatta di case, di antichi affetti e di tavole imbandite dove si dava vita alla famiglia; Il posto d’onore era riservato ai nonni : attorno alla saggezza gravitava la vita familiare!!
Scrivendo di nostalgia, come non ricordare il pane caldo tra le mani del padre di famiglia, tagliato e distribuito a fette ad ognuno dei commensali. Perché il pane è un simbolo: della religione per i cristiani e del potere legato al padre nelle antiche famiglie!
L’importanza di quel pane che i bimbi di oggi gettano via con molta semplicità trascurando il valore, soprattutto simbolico, di questo alimento!
Il culto del pane è lo spartiacque tra la vecchia e le nuove generazioni: noi cresciuti al grido di “mazze e panelle fanno i figli belli… e mazze senza panellle fanno i figli pazzi”!!
Noi crediamo, rallentiamo il passo spedito, sentiamo l’odore del pane che ci riporta a li cunti antichi e speriamo ancora in una vita semplice e genuina.
Il pane è quell’alimento che sta bene anche da solo, che se ne infischia dei condimenti e non disdegna la compagnia di altri cibi come il “ bruschettone”, di seguito spiegato, dove la tradizione sposa l’innovazione!!

Preparazione

Il primo bruschettone realizzato con crema spalmabile philadelfia con aggiunta di erba cipollina, salmone affumicato norvegese, fichi, pepe rosa e gocce di aceto balsamico di Modena.

Il secondo bruschettone ha una base di pesto di basilico, sopra un aggiunta di gamberi sgusciati, sbollentati, e conditi con un filo di olio e.v.o. e paprika piccante; buona l’accoppiata con zucchine arrostite, condite con olio evo, peperoncino e qualche fogliolina di menta. Infine cospargere il bruschettone con mandorle tostate.

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.